L' INTRUSO" - SARRI HA BEN CHIARO DOVE MIGLIORARE, AL LAVORO SU DUE PUNTI

02.09.2019 16:03 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
L' INTRUSO" - SARRI HA BEN CHIARO DOVE MIGLIORARE, AL LAVORO SU DUE PUNTI

Maurizio Sarri era soddisfatto, così dicono, ma soddisfatto per sessanta minuti, poi si sarà arrabbiato come molti. Certo, la condizione contava, certo i bianconeri avevano corso di più, alla fine 70 km complessivi contro i 60 del Napoli, ma questo non basta per accettare tre reti incassate in quindici minuti. Fossimo superficiali, diremmo, vittoria è stata, la Juve ha dominato quindi tutto bene, ma non è così. Si deve lavorare sui dettagli e non solo e Maurizio Sarri lo sa. Sicuramente non si aspettava di stare tre a zero dopo sessanta minuti conto un Napoli già oliato e con un impianto ben definito, ma la sua squadra in quel primo tempo poteva condurre 5-1, erano anni che non vedevamo un dominio simile, l’anno scorso due vittorie ma a Napoli si era sofferto, a Torino, vinto ma senza dominare nel gioco, grazie alla forza di squadra e la solidità dell’impianto di Massimiliano Allegri. 

Sabato abbiamo visto una formazione ben diversa, propositiva, dinamica, con inserimenti, Matuidi decisivo negli assist, Douglas Costa devastante con due passaggi decisivi, Khedira per cinquanta minuti decisivo. 

ATTENZIONE- da migliorare l'attenzione difensiva, l'assenza di Chiellini, ieri ha abbassato l'asticella quando la squadra era sul triplice vantaggio, tutti colpevoli, non un colpevole solo, non De Ligt come dice qualcuno ma tutto il reparto, terzini compresi e pure difensori, perchè il gol di Lozano è da una parte colpa di De Ligt che non riesce a chiudere sul messicano, ma anche chi permette ai calciatori partenopei di arrivare fino a li ha una grossa responsabilità.

GESTIONE FORZE - 10 km in più del Napoli, la Juventus di squadra ha corso di più della formazione di Carletto Ancelotti, a vedere la partita non sembrerebbe proprio, per questo, Sarri dovrà capire dove e come hanno speso le forze i calciatori della Juventus per correre di più e risultare poi alla fine comunque molto più stanchi come se fossero sulle gambe, evidentemente gli azzurri hanno fatto correre i bianconeri a vuoto e li hanno sfiancati, visto che il possesso palla è stato 55 a 45. Alla fine però dopo sessanta minuti erano i bianconeri a dominare con un gioco sontuoso.

Le risposte le deve trovare il tecnico da mercoledì, la Juventus sabato ha fatto una bellissima partita ma è stata sul punto di rovinare tutto, la lezione deve servire, perchè perdere punti dopo una partita del genere è un vero e proprio peccato.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve