SALVAI: "La fascia da capitano è sempre un'emozione. Campionato oltre le aspettative"

25.02.2020 19:30 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
SALVAI: "La fascia da capitano è sempre un'emozione. Campionato oltre le aspettative"

Sabato contro il Verona Cecilia Salvai è tornata al centro della difesa della Juventus Women con la fascia da capitana. Oggi la bianconera ha raccontato le proprie sensazioni dopo il lungo infortunio: “La fascia da capitano è sempre un’emozione, per me quindi era un’emozione doppia - ha detto ai canali ufficiali del club bianconero -, tornavo nel mio ruolo con la fascia. Era un onore e anche una responsabilità. Magari non a parole, ma ho sentito tantissima fiducia da parte delle compagne, sentivo che erano felici per me ed ero contenta. Ero felice, dopo una vittoria lo si è sempre. È stata una bella partita, abbiamo fatto una fase offensiva veramente pesante per loro, siamo state brave, ci siamo divertite, io mi sono divertita. È stato bello tornare a fare i miei 90’ da centrale, direi che è andata bene”.

Sulla sua condizione fisica: “Penso che per raggiungere la condizione migliore ci voglia ancora un po’, soprattutto ci vogliono minuti in campo. Sto iniziando a farne sempre di più, ogni minuto in campo mi avvicina alla forma migliore e sto bene”.

Sulla stagione: “Sta andando oltre le aspettative, se mi avessero detto che a dicembre avremmo avuto sei punti di vantaggio sulla seconda non ci avrei mai creduto. È il campionato più competitivo che abbia mai giocato, il calcio è bello perché è inaspettato e possiamo solo essere contente, ma non dobbiamo pensare che sia fatta perché manca ancora tanto. Adesso andremo via un po’ con la Nazionale, non è mai facile, ma penso che le motivazioni per la sfida contro il Milan siano altissime. È il primo di tre scontri diretti che avremo a marzo”.

Sulla Nazionale: “Sono felice perché mi mancava vivere quell’ambiente, stare con le mie compagne. Andare in Nazionale è sempre un qualcosa di diverso dal club, né di più né di meno ma diverso, ti dà emozioni speciali”.