LUKAKU, BOMBER, OPPURE NO?

03.08.2019 00:05 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Dimitri Conti
LUKAKU, BOMBER, OPPURE NO?

La domanda che si fanno in tanti è: che calciatore è Romelu Lukaku?  Vale la pena perdere Paulo Dybala per il talento belga? Giusta domanda da parte del pubblico della Vecchia Signora, Lukaku è un ottimo calciatore, capace di fare la differenza e che sicuramente, numeri alla mano potrebbe anche dare una grossa mano ai bianconeri.

Numericamente, non ha nulla da invidiare ai grandi bomber della Premier, 15 gol in 45 partite, un gol ogni 200 minuti, l'anno scorso, due anni fa, 27 gol in 51 partite, un gol ogni 150 minuti, mentre tre anni fa, 26 gol in 3447 minuti, un gol ogni 132 minuti, l'anno prima la media era stata di un gol ogni 160 minuti, 25 totali. Dopo Kane e Aguero, uno degli attaccanti migliori.

PERCHE' SI - il belga è un calciatore forte, fisicamente ha pochi rivali, in Italia potrebbe sicuramente anche fare la differenza e dare un grosso contributo, come per esempio ha fatto Mario Mandzukic in questi anni. Lukaku ha dimostrato, poi di non temere le sfide ed avere personalità

PERCHE' NO - i limiti, però ci sono, se da una parte Lukaku è forte fisicamente, sicuramente non è un fulmine di guerra, quindi dal punto di vista della velocità potrebbe andare in difficoltà, oltre a questo, anche dal punto di vista tecnico, non è un numero uno, per esempio, non ha la tecnica di base di Mario Mandzuic.

Potrebbe essere la spalla ideale di Cristiano Ronaldo? se il portoghese si trova bene con Mario Mandzukic, lo stesso potrebbe accadere con Lukaku, il belga, tuttavia, sembra essere meno generoso del croato, ma più uomo d'area.

Vedremo, il giocatore non si discute, forse sullo scambio con Dybala ci sarebbe qualcosa da ridire.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve