LA LANTERNA VERDE - Suarez? Il tempo passa per tutti… Di Maria? Il tempo a volte si ferma…

16.06.2022 00:05 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    vedi letture
LA LANTERNA VERDE - Suarez? Il tempo passa per tutti… Di Maria? Il tempo a volte si ferma…

C’è stato un tempo in cui Luis Suarez era, letteralmente, un’iradiddio. Lo ricordo benissimo nei suoi primi al Barcellona. Insieme a Messi, ha fatto cose che noi umani… Pensate, nella stagione 2015/16, ha chiuso con 59 gol complessivi (non è un errore di scrittura, ne ha segnati quasi 60) in 53 gare disputate. Nella sua lunghissima carriera ha vinto tutto quello che c’era da vincere, compresa una Copa America con la sua amata nazionale uruguaiana. In campo è stato un gladiatore, a volte anche un seguace della Tana delle Tigri (morso a Chiellini, ne vogliamo parlare?). Insomma, un attaccante meraviglioso ma, volutamente, ne ho parlato al passato… Non si mai risparmiato, il suo chilometraggio è di quelli importanti. Il prossimo 24 gennaio festeggerà le 36 candeline e non tutti hanno scoperto l’elisir di lunga vita che Cristiano Ronaldo ha sul comodino di casa. Credo che il vero Luis Suarez sia alle spalle, quello odierno è un super attaccante, di grande esperienza, ma non più in grado di garantire quello che gli riusciva 5/10 anni fa. Quest’anno ha segnato 13 gol (in 45 partite) e, alla fine, Simeone ha preferito puntare su altri per la prossima stagione. Ora è a caccia di una nuova sfida. Si parla di un ingaggio pari a 5/6 milioni (più vari bonus). Personalmente vorrei ricordare El Pistolero come era ai bei tempi e non rischiare di sporcare quell’immagine con un presente diverso, complicato, faticoso. Chiaro, nessuno vuole sentirsi dire che, forse, è giunto il momento di giocare a livelli diversi. El Pistolero non mi pare proprio il tipo che accetta consigli ma, personalmente, lo vedrei bene in MLS dove è da poco sbarcato proprio Chiellini. Secondo round? Si scherza (colpa del caldo)…
E veniamo a Di Maria. Come una bella donna, El Fideo si sta facendo aspettare. Vuole prendersi tutto il tempo necessario prima di svelare la sua prossima destinazione. La Juventus, storicamente, non è un club che adora essere messo “in lista d’attesa”. Anche perché Di Maria, a conti fatti, costa tanto e non è giovanissimo (classe 1988). E allora perché così tanta predisposizione ad aspettarlo? Perché, per alcuni giocatori, il tempo si ferma… Angel Di Maria ha giocato tanto quanto Luis Suarez ma, la sensazione, è che abbia ancora delle cartucce da sparare. Ad essere cattivi, si potrebbe dire che, negli ultimi sette anni, si è riposato abbastanza a Parigi (la Ligue 1 non è competitiva come i dirigenti del PSG vogliono farci credere)… Comunque sia, El Fideo visto ultimamente mi pare ancora in grado di giocare ad alti livelli. Chiaro, non può essere aspettato in eterno e non può essere strapagato ma, per Angel Di Maria, vale la pena prendersi un po’ di tempo, proprio come quando si corteggia una bella donna…