LA LANTERNA VERDE - Juventus, scelta difficile: che si fa con questo Rabiot?

24.11.2022 00:05 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    vedi letture
LA LANTERNA VERDE - Juventus, scelta difficile: che si fa con questo Rabiot?

Per tanto, tantissimo tempo, ho considerato Adrien Rabiot un giocatore assolutamente superfluo. L’ho criticato aspramente, sperando (più volte) che qualche samaritano se lo portasse via. Vederlo con la casacca bianconera era un fastidio. In estate, quando si è saputo che sarebbe rimasto a Torino, ho maledetto il dio del pallone. A distanza di qualche mese, sono qui a parlare di Adrien Rabiot in maniera entusiastica. Il suo inizio di stagione alla Juventus (quarto anno) è stato splendido. Ha già segnato cinque gol (in 13 gare), pareggiando il suo high score in bianconero (stagione 2020/21 ma in 47 gare totali). Come se non bastasse, alla prima gara del Mondiale, si è fatto trovare pronto: gol all’Australia a certificare la sua importanza anche nelle fila della nazionale francese. Ma che gli è successo? E’ sempre lo stesso Adrien o è un altro? A vederlo in campo, sembra davvero un altro giocatore. Tanta personalità, voglia di fare e, soprattutto, fiducia nei propri mezzi. Oltretutto, ha anche iniziato a segnare con continuità (quello che gli ha sempre chiesto Allegri).
Ora viene il bello: Adrien Rabiot è in scadenza di contratto con la Juventus. Ripeto, sino a qualche mese fa, nessun appassionato di calcio sano di mente avrebbe mai pensato a rinnovargli il contratto. Ora, però, la decisione è tutt’altro che scontata. Perdere il francese, questo francese, sarebbe delittuoso. Nel centrocampo bianconero, uno come lui serve eccome… Il problema è che ora, rispetto a qualche tempo fa, sono diversi i club che sono interessati ad Adrien Rabiot. In particolare, attenzione al Chelsea. I Blues potrebbero garantirgli uno stipendio decisamente migliore rispetto ai bianconeri. Dopo quattro anni bianconeri (più ombre che luci), il nativo di Saint-Maurice magari ha anche voglia di misurarsi con la Premier League, no?
Certo che, dovesse andar via, sarebbe davvero paradossale. Per tre anni non piaceva quasi a nessuno, ora un suo addio dispiacerebbe pure a me che, lo ripeto, non l’ho mai sopportato. Il calcio è dannatamente strano… E, attenzione, dovesse fare altre grandi cose con la Francia, potrebbe anche diventare uno dei parametri zero più richiesti la prossima estate. Non avrei mai pensato di dirlo ma mi auguro che, dopo aver conquistato il cuore dei tifosi bianconeri (il mio compreso), Adrien Rabiot scelga di restare a Torino per vivere momenti di pura gioia. Impossibile? Onestamente credo che non sceglierà con il cuore e non c’è da biasimarlo. Ora lo posso dire: Adrien Rabiot mi ha convinto: è stato un elegante fastidio ma ora è un sontuoso centrocampista. Come direbbero i francesi: rien ne va plus!!!
PS Per fortuna abbiamo Paredes e Di Maria. Ah no? Non piacciono più questi due? Il calcio è dannatamente strano…