IL SANTO DELLA DOMENICA - LA JUVE SI PREPARA A CAMBIARE PELLE, MA LA PRIMA COSA DA FARE E' RICREARE ENTUSIASMO

05.06.2022 00:02 di Alessandro Santarelli   vedi letture
IL SANTO DELLA DOMENICA - LA JUVE SI PREPARA A CAMBIARE PELLE, MA LA PRIMA COSA DA FARE E' RICREARE ENTUSIASMO
TuttoJuve.com

La ricetta per vincere non esiste, esiste però un percorso che può portare una squadra a competere per i traguardi. La strada che la Juventus sembra voler percorrere è la più logica: tornare a mettere in rosa giocatori di un certo livello, anche se non più giovanissimi, affiancando loro ragazzi promettenti. Pogba è ormai in dirittura d’arrivo, e per il centrocampo parliamo di un vero colpo da 90, mentre le schermaglie sulla durata del contratto stanno allungando la trattativa per Di Maria.

Servirà una squadra ben attrezzata, la concorrenza in Italia sarà ancora maggiore. Le milanesi andranno a caccia della seconda stella, la Roma ha un progetto ambizioso, mentre il Napoli del “filosofo” De Laurentis resta una grossa incognita. Dopo due anni travagliati la Juve però dovrà presentarsi ai nastri di partenza con un progetto  ben chiaro. Alzi la mano chi nella vita non ha sbagliato, dunque inutile guardare indietro,ma gli errori commessi dovranno servire da monito per lavorare in un modo diverso.

I nodi da sciogliere sono diversi e in tutti i reparti. Chiusa, speriamo nel più breve tempo possibile, la strategia dei parametri zero, Cherubini e soci dovranno lavorare intanto per piazzare i giocatori in  esubero. Arthur, Alex Sandro, Kean, Ramsey  e mettiamoci pure Rabiot, chi per un motivo chi per un altro, potrebbero non fare parte più della rosa. I due brasiliani vivono situazioni diverse. Il centrocampista sente il bisogno di cambiare aria, dopo due anni negativi, mentre il terzino è ormai l’ombra di se stesso, ma tiene in “ostaggio” la Juve con i suoi 6 milioni di ingaggio. Moise Kean è un ragazzo intelligente, sa bene che la sua stagione è stata negativa, e sa bene che cambiare aria sarebbe importante soprattutto per lui. Del gallese sappiamo bene ogni cosa, mentre il francese, che ha mercato in premier potrebbe portare alla Juve un tesoretto importante.

Cedere è molto più difficile di acquistare, ma Cherubini dovrà riuscire a compiere un “ miracolo” perché la Juve ha bisogno di cambiare pelle praticamente in ogni reparto. Ci vorrà tempo? Si, ma se entro la metà di giugno,venissero annunciati Pogba, ormai praticamente fatto, e Di Maria, potremmo dire che la prima parte del lavoro si chiuderebbe in modo molto positivo.

Il resto del mercato vivrà di opportunità e situazioni che potranno cambiare di giorno in giorno. L’idea di Allegri sembra però chiara, rafforzare il reparto esterni per puntare su un 433 come modulo di partenza. Andrà cosi in archivio quel 442 storto che ci ha fatto dannare per buona parte della passata stagione. Cosa chiedono i tifosi? Una Juve nuova che sappia ricreare entusiasmo, i risultati poi verranno di conseguenza.