Corriere di Torino - La Juve su Pessina

11.02.2020 08:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Corriere di Torino - La Juve su Pessina

Per Corriere di Torino, tutti pazzi per il Verona. Non c’era bisogno dell’ennesima impresa da parte del gruppo di Ivan Juric per convincere pure la Juve a guardare in casa gialloblù. Tante le sorprese lanciate in questa stagione ad alti livelli dalla neopromossa gialloblù, due hanno già programmato l’addio: Amir Rrahmani è stato acquistato dal Napoli, Sofyan Amrabat dalla Fiorentina, entrambi resteranno in prestito fino a fine stagione. E poi c’è Marash Kumbulla, al centro di un autentico duello di mercato tra lo stesso Napoli e l’Inter, con la Juve sullo sfondo. Ma il club bianconero ha indirizzato il proprio mirino verso un altro obiettivo, Matteo Pessina: centrocampista dalle spiccate doti offensive e dall’alto ritmo nelle gambe, classe ‘97, di proprietà dell’Atalanta. C’era anche lui tra i principali motivi che hanno mandato in tilt la Juve sabato sera, c’è pure su di lui la ressa considerando come Inter e Milan abbiano a loro volta mosso i primi passi verso l’entourage del giocatore e la stessa Atalanta. Che con la Juve ha già parlato di Pessina pure a margine dell’operazione legata a Dejan Kulusevski, altre le cifre di partenza, più basse, stessa la strategia che in casa Atalanta sta funzionando: farlo crescere in una squadra dove potesse trovare continuità, per poi valutare con calma se riportarlo alla base o se monetizzare, come sembra. Base d’asta tra 15 e 20 milioni di euro, ne serviranno molti di più per portarlo via dal controllo della famiglia Percassi. Intanto Pessina cresce a vista d’occhio e sfoglia la margherita, con la Juve che sembra intenzionata a investire su di lui a medio lungo termine, le relazioni pervenute sul tavolo di Fabio Paratici sono sempre più positive per quanto possa servire un altro passaggio intermedio: se andasse in porto l’operazione, il progetto potrebbe portare Pessina nuovamente in prestito, magari alla stessa Atalanta. Prima però c’è da vincere la concorrenza, Pessina piace anche se non è ancora una priorità. Sabato l’esame è stato superato, la Juve c’è.