Mario Sconcerti: "Messaggio al campionato, la Juve è vulnerabile. Zeman? E' giusto che i giocatori di quella squadra si difendano"

Parla il giornalista toscano.
26.09.2012 20:00 di Alessandro Vignati   vedi letture
Mario Sconcerti: "Messaggio al campionato, la Juve è vulnerabile. Zeman? E' giusto che i giocatori di quella squadra si difendano"
TuttoJuve.com

Intervenuto negli studi della trasmissione Sky "E' sempre calciomercato", l'editorialista del Corriere della Sera Mario Sconcerti ha parlato della Juventus dopo il pareggio di Firenze. Un risultato che riapre il campionato: "La Juve non rimaneva a secco dall'11 marzo, dallo 0-0 di Genova contro i rossoblu. Dopo sei mesi e mezzo ancora uno 0-0. E' un risultato e una prestazione che dimostrano che la Juventus è vulnerabile, questo è il messaggio della gara di stasera. Zeman? Io credo che sia giusto che i giocatori della Juventus dell'epoca si difendano strenuamente, loro non sono mai stati tirati in ballo dato che a processo andarono la società e il medico sociale. L'abuso di farmaci, unica accusa rimasta in ballo ma fermata dalla prescrizione, non è doping. E' una cosa che probabilmente facevano tutti all'epoca, stiamo parlando di integratori e cose del genere non ritenute dopanti. La cosa strana fu che come medico la Juventus di allora aveva Agricola, uno psichiatra, che somministrò degli psicofarmaci. Anche in questo caso, però, il doping non c'entra nulla".