Lucchesi a TMW Radio: "Ritengo che in Italia la Juventus sia più avanti per Vlahovic. Agnelli vuole tenere alto lo standard della squadra"

01.12.2021 19:50 di Benedetta Demichelis   vedi letture
Lucchesi a TMW Radio: "Ritengo che in Italia la Juventus sia più avanti per Vlahovic. Agnelli vuole tenere alto lo standard della squadra"
TuttoJuve.com

Fabrizio Lucchesi ha parlato a Stadio Aperto su TMW Radio: "All’Atalanta sono bravi, sanno fare calcio. Dietro queste prestazioni c’è lavoro e preparazione: complimenti”.

Con Boga possono sognare lo Scudetto?

“Di sicuro si migliorano, sarebbe un’operazione mirata, funzionale e di qualità. In questo momento però mi sembra che Napoli e Inter abbiano qualcosa in più”.

Convinto che Vlahovic andrà alla Juventus?

“Gli ultimi eventi porteranno qualche contraccolpo, ma non penso sul piano della competitività. Agnelli l’ha ripetuto due o tre volte, facendo capire che vuole tenere alto lo standard della squadra. Ritengo che in Italia siano quelli più avanti su Vlahovic, ma è normale. Sicuramente parliamo del giovane più importante che c’è in Italia”.

Berardi che farà?

“Dipende da cosa succederà con Boga, secondo me uno dei due andrà via. Una delle due uscite potrà condizionare l’altra”.

Quanto è importante per il Milan reagire col Genoa?

“Sono dentro un percorso importante e gli ultimi risultati hanno portato la paura che siano campanelli d’allarme che qualche equilibrio si sia rotto. Però finora Pioli ha fatto un lavoro straordinario, se c’è qualche problema ci sarà anche tempo di sistemarlo. La miglior medicina è sempre la vittoria”.

Spalletti è il valore aggiunto del Napoli?

“Luciano sa entrare subito in sintonia con i giocatori e l’ambiente, si respira un’aria molto positiva. Il campionato è lungo ma credo se la giocheranno davvero fino alla fine”.

Con Insigne c’è il rischio di addio a zero?

“Il giocatore ha la volontà di rimanere, il Napoli sta un po’ mantenendo il punto ma se devo dare un pronostico credo troveranno un accordo. Di sicuro questo tira e molla non aiuta nessuno e mi auguro arrivi presto una soluzione”.

Sulle plusvalenze, in generale, si è andati oltre?

“Le aziende lavorano per generare profitto, se uno è bravo a vendere meglio di quanto paga ha generato ricavo. O sono plus, o sono minusvalenze: la logica d’impresa è questa, poi ora in corso ci sono delle indagini e se dovessero risultare situazioni alterate lo dirà l’esito delle indagini. Mi auguro che le società coinvolte sappiano spiegare al meglio e ne escano. Dire che le plusvalenze siano fittizie o meno può solo un magistrato”.

Come sarà il mercato di gennaio?

“Penso che avremo più operazioni, diverse squadre sono alla ricerca e c’è voglia di riprendersi. Magari sarà più movimentato”.

Soddisfatto del Monterosi?

“Molto, andiamo avanti. Siamo una bella favola e speriamo di esserlo anche a giugno, sono convinto che ci riusciremo”.