Lazio, Inzaghi: "La Juve sa gestire benissimo la pressione. Derby d'Italia? Non so per chi fare il tifo"

28.02.2020 14:30 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lazio, Inzaghi: "La Juve sa gestire benissimo la pressione. Derby d'Italia? Non so per chi fare il tifo"

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Bologna, il tecnico della Lazio Simone Inzaghi ha parlato anche di Juventus-Inter: "Spero si divertano i telespettatori, visto che è a porte chiuse. Non so per chi fare il tifo, sto pensando alla Lazio e al Bologna, che sarà un test molto importante".

Una vittoria sul Bologna potrebbe mettere più pressione alla Juve?
"Potrebbe ma è una squadra costruita in un modo. È al vertice da tanto tempo e sa gestire bene la pressione. Prima di guardare la partita, dobbiamo pensare alla nostro che giocheremo davanti a una bella cornice di pubblico. Se la Lazio ha pressioni? Penso che si siano accesi i riflettori anche su di noi, sono due mesi e mezzo che siamo lì. Dobbiamo continuare così sapendo che il Bologna è un avversario ostico".

Una valutazione sulla situazione legata al coronavirus? Ci sono molti stadi chiusi...
"Mi ero espresso dopo Genova, giocare in stadi chiusi è strano ma penso che ci siano le autorità competenti che stanno valutando. Dobbiamo adeguarci alle decisioni prese da chi sta sopra di noi. C'è un problema, speriamo di sconfiggerlo al più presto".

La Lazio se domani vince è prima in classifica: ci pensa?
"Ho pensato più alla partita che affronteremo, che non è semplice ma molto scomoda. Il Bologna ha 34 punti, ha avuto tante defezioni di calciatori importanti. Nell'ultimo periodo in trasferta ha fatto grandi partite".

Come sta la squadra?
"Non è stata una settimana semplice. Domani avremo qualche defezione, Acerbi non ci sarà, Lulic mancherà ancora per un po' di tempo e neanche Marusic penso ci sarà, il suo indolenzimento ci ha sorpreso: era un giocatore utile in questo momento. Oggi vedremo come sta, ma non prenderemo rischi. Su Jony e Milinkovic ho discrete sensazioni, Immobile ha avuto una forte influenza che ieri sembrava risolta. Ma dobbiamo essere pronti a tutto"