Josè Alberti: "Maradona fu scoperto da Sivori, era un fenomeno già a 15 anni"

30.10.2020 23:15 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Josè Alberti: "Maradona fu scoperto da Sivori, era un fenomeno già a 15 anni"

Josè Alberti è intervenuto in diretta ai nostri microfoni durante ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime di mercato del Napoli. Ecco quanto evidenziato da CN24: “Quando Maradona è arrivato a Napoli, facemmo una furbata: mettemmo pressione, feci finta di essere Ferlaino, feci una cosa argentina-napoletana. Diego mi ha chiamato alle 4 del mattino, ho avuto anche un bello spavento. E' da solo, ma la gente lo circonda da lontano. Gli ho detto di venire ad allenare in India, un grande imprenditore vuole portarlo lì. In qualsiasi momento siamo pronti a viaggiare da lui. Il Gimnasia della Plata è come la Salernitana o l'Avellino, senza offesa. Mi sento sempre con Signorini e Blanco, sta bene ma gli manca il suo calcio. Il calcio della vetta e non della retrocessione. Non si trova bene. De Laurentiis, circa 7-8 anni fa, aveva detto che voleva prendere Maradona. Gli dissi di farlo, De Laurentiis gli ha anche fatto fare un film. Gli risposi che fu visto quel film, solo perchè c'era Diego. Mi rispose che se voleva venire a vedere la partita, poteva farlo gratis ma le porte del Napoli erano chiuse. Poi fu invitato per andare a Madrid, quandi segnò Insigne. Dissi a Diego che era solo per pubblicità, infatti non si diede più seguito. Diego ama Napoli più di Buenos Aires. Maradona fu scoperto da Sivori, era un fenomeno già da ragazzo, aveva 15 anni. Giocava con gli amici nel rione, aveva una pallina a strisce: facevano i palleggi salendo le scale. Si fermava, aveva la furbizia di uno scugnizzo".