Futre a Gazzetta:”La Juve pur mantenendo più o meno gli stessi, è passata da Allegri a Sarri, una mutazione significativa. E poi lì era dentro o fuori, qui nel girone le vedo passare entrambe agli ottavi”

16.09.2019 09:20 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Futre a Gazzetta:”La Juve pur mantenendo più o meno gli stessi, è passata da Allegri a Sarri, una mutazione significativa. E poi lì era dentro o fuori, qui nel girone le vedo passare entrambe agli ottavi”

Il portoghese Futre parla dei connazionali Joao Felix e Ronaldo a Gazzetta: “Per il Portogallo è un privilegio mostrarli al mondo: il migliore di tutti i tempi e un ragazzo che è appena diventato il portoghese più caro della storia. Ronaldo è il punto di riferimento, la guida, l’esempio. Pensate come può essersi sentito Joao il primo giorno che l’ha visto in nazionale. Per questo dicevo che oggi non si possono fare paragoni. Ronaldo è un combattente: sa solo lui quando smetterà, quel giorno il suo posto potrà essere occupato da Joao Felix o da Bernardo Silva, saranno loro due a lottare per la successione. Bernardo è un po’ più avanti perché è già uno dei leader del Manchester City, e ha già iniziato a vincere. L’Atletico ha cambiato tantissimo, facendo un gran mercato. La Juve pur mantenendo più o meno gli stessi, è passata da Allegri a Sarri, una mutazione significativa. E poi lì era dentro o fuori, qui nel girone le vedo passare entrambe agli ottavi. Simeone sta cercando un nuovo sistema, che permetta di continuare a vincere ma provando a giocare meglio, e in questo processo Joao Felix ha un ruolo fondamentale. Della Juve mi ha sorpreso il black-out sofferto contro il Napoli, non è da loro. Sarri si sarà sicuramente arrabbiato. Detto questo la Juve è sempre la Juve, una delle favorite per il successo finale in Champions. Con Cristiano non potrebbe essere altrimenti”.