Domani parte la stagione della Primavera di Zauli. Vecchie conoscenze e volti nuovi

18.07.2019 22:00 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
© foto di Vincenzo Ranalli
Domani parte la stagione della Primavera di Zauli. Vecchie conoscenze e volti nuovi

Domani, 19 luglio, comincia la stagione dell'Under 19 della Juve. La Primavera, guidata quest'anno da Lamberto Zauli, reduce dall'esperienza all'Empoli, punta a tornare protagonista dopo la scorsa stagione fatta di alcuni bellissimi alti e un finale di bassi costanti. I bianconeri si ritroveranno a Vinovo, prima di partire per la Valle d'Aosta lunedì prossimo, 22 luglio.

I 'VECCHI' - Sono 27 i convocati per il primo ritrovo, dove spiccano alcuni volti noti e, ovviamente, tanti ragazzi in arrivo dall'Under 17. A guidare il gruppo lo spagnolo classe 2002 Moreno, atteso al salto di qualità dopo la prima stagione in cui ha messo in mostra un talento cristallino. Con lui, dalla scorsa Primavera, arrivano Mattia Anzolin, uno degli indiziati ad indossare la fascia da capitano in attesa di capire il discorso legato ai fuoriquota, Bandeira, Boloca, Vlasenko, Francofonte e Leone.

I NUOVI - Tanti, come detto, i classe 2002 "promossi" dall'Under 17 con qualcuno che già la scorsa stagione si era messo in mostra tra i più grandi. Ahamada e Penner, per esempio, oltre a Tongya, uno dei talenti da seguire con più attenzione. Merita di essere osservato anche il capocannoniere dell'Under 17, Mirco Lipari, riscattato dall'Empoli e pronto a dimostrare di poter saltare la categoria senza contraccolpi. Quattro i portieri, Dadone (che lo scorso anno ha collezionato qualche presenza in Primavera), Garofani, Raina e Sava, poi spazio per i talenti di Sekulov, Brentan e Zanchetta, senza dimenticare Riccio, Verduci e De Winter. Completano la spedizione Dragusin, Poletti e gli attaccanti Da Graca, autore di un finale di stagione da urlo dopo un avvio balbettante, Abou e Fontana.

GLI ASSENTI - Il gruppo verrà ovviamente poi aggiustato in corso d'opera. Mancano, infatti, tre futuri pilastri come Fagioli, Gozzi e Petrelli, su cui comunque sono in corso anche valutazioni legate all'U23. Con il gruppo dell'U23, che ha prestato alcuni ragazzi alla prima squadra, ci sono anche Siano e Sene, entrambi, per età, arruolabili in Primavera.