Qui Tuttosport - Ribadita forza della Juve. Il merito dei bianconeri. Bernardeschi uomo in più come Ronaldo. Campionato sempre più interessante, ma il bello deve ancora venire

24.09.2018 00:20 di Xavier Jacobelli Twitter:   articolo letto 17394 volte
Qui Tuttosport - Ribadita forza della Juve. Il merito dei bianconeri. Bernardeschi uomo in più come Ronaldo. Campionato sempre più interessante, ma il bello deve ancora venire

Ogni lunedì la redazione di Tuttojuve.com analizza i temi caldi del nostro calcio con una delle firme più autorevoli del giornalismo sportivo italiano, Xavier Jacobelli, direttore di Tuttosport.

"Buonasera da Tuttosport. La vittoria della Juventus a Frosinone, la quinta consecutiva in campionato, la sesta di fila comprendendo anche il successo di Valencia, ribadisce ancora una volta la forza dei bianconeri, ma soprattutto quanto possano essere difficili partite apparentemente facili quale sembrava potesse essere quella del Benito Stirpe. In realtà il Frosinone ha disputato la migliore prestazione di questo suo inizio di stagione - sicuramente non facile - in Serie A. La Juventus ha avuto il merito di insistere, di non disunirsi, andando a sbattere e a risbattere contro il muro difensivo allestito da Moreno Longo e aprendo poi un varco decisivo grazie ad una nuova prodezza di Cristiano Ronaldo, ancora una volta determinante. Ma, come lui, determinante è risultato Federico Bernardeschi, davvero l'uomo in più della Juventus insieme con il portoghese in questo scorcio di stagione. Un Bernardeschi che coniuga la sua duttilità tattica alla bravura con la quale si cala negli schemi di Massimiliano Allegri, che sa di avere una carta in più da giocare in momenti come era quello che si stava profilando sul campo di Frosinone, in cui pareva impossibile scardinare il bunker costruito davanti alla porta di Sportitello. La vittoria della Juventus che porta in calce le firme di Cristiano Ronaldo e di Federico Bernardeschi, tiene a tre punti di distanza il super Napoli di Carlo Ancelotti che a sua volta ha dato una grande prova di forza allo Stadio Grande Torino, travolgendo la formazione granata con un punteggio che sarebbe potuto essere anche più largo, anche più pesante, con un Toro che si è letteralmente sgretolato di fronte alla formazione allenata da Carlo Ancelotti, per la sesta volta consecutiva, comprendendo anche l'impegno di Champions League con la Stella Rossa. L'allenatore emiliano ha cambiato la formazione partenopea, ha mutato ruolo a Insigne, che continua a segnare a ripetizione, ha mutato ruolo ad Hamsik, ha dimostrato ai propri giocatori che tutti sono necessari alla causa partenopea. L'Inter che ancora una volta ha vinto in extremis da un lato, e il Milan che invece è stato raggiunto da un'Atalanta mai doma, capace nel secondo tempo di raggiungere, agguantare i rossoneri per due volte in vantaggio e per due volte costretti a prendere atto del pareggio dei nerazzurri, che pur non avendo Gasperini in panchina, hanno trovato in Gritti il degno alter ego del proprio allenatore, e soprattutto in Zapata e Rigoni gli uomini che hanno letteralmente capovolto l'andamento di un incontro che sembrava quasi scontato a favore dei rossoneri. Sabato prossimo all'Allianz Stadium sarà in programma Juventus-Napoli, ma prima ci sarà il turno infrasettimanale con i bianconeri che riceveranno il Bologna rigenerato dalla grande vittoria a spese di una Roma sempre più in crisi, con la posizione di Eusebio Di Francesco quanto mai vacillante, mentre il Napoli di Carlo Ancelotti riceverà il Parma. Questo campionato è sempre più interessante, sempre più avvincente, ma il bello deve ancora venire. Grazie per la vostra attenzione e buona serata da Tuttosport".

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.