ZITTI E LAVORARE, MA QUELLE ACCUSE…

21.11.2021 00:05 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
ZITTI E LAVORARE, MA QUELLE ACCUSE…
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Zitti e lavorare e così è stato, la vittoria di Roma con la Lazio è importante, su un campo su cui aveva perso l'Inter e la Roma, contro una squadra con cui la Fiorentina aveva perso e l'Atalanta pareggiato. Una vittoria da Champions, anche se è ancora distante quattro punti, ma che permette di rimanere vicini alla Fiorentina e di agganciare la Lazio. Scontri diretti alla mano, la Juventus al momento è quinta, ma c'è molto da fare, soprattutto da migliorare in zona gol e sulla gestione delle ripartenze che ieri potevano essere molto più letali di quanto sono state.

Sicuramente la Juventus ha fatto una partita da squadra, cosa che non le capita spesso, con attenzione, cattiveria, con un episodio negativo come l'infortunio di Danilo ed uno positivo, il rigore che ha sbloccato la partita, netto ma anche un chiaro e incredibile errore di Cataldi.

In ogni caso la Juventus non ha rubato nulla, anzi avrebbe meritato una vittoria ancora più larga del due a zero ottenuto, con tante occasioni sbagliate e occasioni potenziali sciupate.

I bianconeri hanno preferito giocare di ripartenza e hanno indovinato la strategia di gioco, dimostrando una crescita, che però andrà confermata sia con il Chelsea che soprattutto con l'Atalanta sabato prossimo in una sfida che per i bianconeri vale tantissimo perchè potrebbero avvicinarsi al quarto posto provando a superare un avevrsario che allo Stadium negli ultimi due anni ha sempre creato molti problemi.

Nessun volo pindarico, i punti dal Milan sono undici, dal Napoli potrebbero essere di più, quattro dall'Inter, o più, insomma, classifica ancora negativa, ma almeno la consapevolezza che giocando così qualche punto si può recuperare, poi quanti è tutto da vedere.

Un sorriso da Roma, a parte le solite illazioni sull'arbitraggio, una serie di cavolate inaccettabili per due episodi, netti,che è malafede pura negare. Sarri parla di rigorino, io parlerei di stupidino, come il suo calciatore che entra alla disperata in area, è li l'errore, non altrove.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve