LIVE TJ - PIRLO a Sky: "Dybala ha bisogno di mettere minuti nelle gambe. Ramsey sta bene. Vogliamo la qualificazione. E su Chiesa e Kulusevski..."

23.11.2020 16:15 di Camillo Demichelis Twitter:    Vedi letture
LIVE TJ - PIRLO a Sky: "Dybala ha bisogno di mettere minuti nelle gambe. Ramsey sta bene. Vogliamo la qualificazione. E su Chiesa e Kulusevski..."
TuttoJuve.com
© foto di Insidefoto/Image Sport

Andrea Pirlo ha parlato ai microfoni di Giovanni Guardalà di Sky Sport. Ecco le sue parole riportate da TuttoJuve.com

Danilo giocherà centrale?

"Sono rimasti in quattro: è uscito Demiral ed entrato Alex Sandro fortunatamente. Giocherà Danilo centrale e Alex Sandro giocherà a sinistra. Sono gli unici quattro rimasti e puntiamo su di loro".

Kulusevski e Chiesa possono giocare insieme? 

"Hanno giocato insieme a Crotone su due fasce vicine. Nelle fasce opposte no per infortuni o per rotazioni. Però si possono giocare insieme uno a destra e uno a sinistra non c'è nessun problema. Chiesa viene da un infortunio e quindi l'altra sera è riuscito ad assaporare un po' il campo e vedremo domani come sta".

Come sta Ramsey? Dybala può partire titolare?

"Ramsey si è allenato ieri con la squadra oggi anche. Quindi è disponibile magari non dall'inizio però è già importante per noi averlo a disposizione. Dybala si sta allenando bene e sta crescendo di condizione quindi avrà bisogno anche lui di mettere minuti nelle gambe. Già da domani? Si già da domani". 

Il risultato dell'andata può farvi entrare in campo con poca cattiveria? 

"La cosa importante è non guardare il risultato dell'andata e fare la prestazione che vogliamo fare. Non dobbiamo basarci sulla prestazione fatta in Ungheria perché era un altro periodo e domani sarà tutt'altro. Dobbiamo entrare in campo con la giusta concentrazione e vogliamo chiudere la qualificazione, possibilmente, domani sera. Quindi massima concentrazione perché è uno dei primi obiettivi".

Che sensazione ha suo campionato e si aspettava una classifica così schiacciata?

"Si ce lo aspettavamo perché sarà un campionato equilibrato tra Covid e tante partite. Ci saranno tanti infortuni in tutte le squadre quindi non non ci sarà una squadra che ammazzerà il campionato. Ci sono ottime squadre che lotteranno fino alla fine".