LIVE TJ - GUARINO: "Gama dovrebbe farcela. Orgogliosa della reazione delle ragazze". SALVAI: "Occhio a Mauro. Bene altre seguano l'esempio della Juve"

12.10.2018 12:20 di Edoardo Siddi Twitter:   articolo letto 5593 volte
Fonte: inviato a Vinovo
LIVE TJ - GUARINO: "Gama dovrebbe farcela. Orgogliosa della reazione delle ragazze". SALVAI: "Occhio a Mauro. Bene altre seguano l'esempio della Juve"

Coach Rita Guarino e Cecilia Salvai parlano alla vigilia della Finale di Supercoppa Italiana contro la Fiorentina, in programma domani sera al Picco di La Spezia. Tuttojuve.com riporta in tempo reale le parole del tecnico e del difensore della Juventus Women nella conferenza stampa della vigilia:

Che insegnamenti avete tratto dalla partita contro il Brondy, che è stata un po' una finale come quella di domani?

GUARINO: Sono due palcoscenici diversi. Le abbiamo giocate in una doppia sfida, in campo internazionale le affronti in maniera diversa e conosci meno l'avversario. fisicamente  e tecnicamente ci sono differenze sostanziali. sono sfide dentro o fuori come questa quindi si gioca per vincere come in Champions.

In Nazionale siete state con alcune delle vostre avversario di domani. L'avete un po' giocata con le parole?

SALVAI: "No, in realtà no, quando siamo in Nazionale lasciamo a casa i colori dei club. Quindi personalmente non ne ho parlato e sarà una sorpresa, ma sono certa che sarà una grande partita".

C'è qualcuno che temi particolarmente da difensore?

SALVAI: Sicuramente Ilaria Mauro. Servirà un occhio di riguardo per lei, senza nulla togliere al resto della squadra.

Dopo l'uscita dalla Champions, c'è il rischio di aver bruciato i sacrifici fatti la scorsa stagione?

GUARINO: Quando siamo partiti quest'anno c'era come obiettivo primario superare il turno in Champions Leagie. Partita non scontata, in cui il livello è stato equilibrato. Non ho visto una squadra superiore a noi, ma nemmeno noi superiori a loro. Non potevamo pensare di avere la Champions come obiettivo alla prima partecipazione, per cui sono aperti tutti gli altri obiettivi a partire dalla partita di domani. Noi saremo focalizzate su questo obiettivo e faremo un passo alla volta, una partita alla volta. Siamo consapevoli della strada da percorrere e di ciò che dobbiamo migliorare per alzare l'asticella e lavorare con standard più europei. Ma questo richiede tempo.

Come sta Sara Gama, la presenza di Cecilia che è vice capitano è già un'investitura per domani?

GUARINO: "Sara ha avuto un problema che è in via di risoluzione. Domani scioglieremo gli ultimi dubbi, ma dovrebbe far parte della gara".

Che squadra hai visto nelle prime due di campionato e cosa ti è piaciuto di più?

GUARINO: "Della prima partita mi è piaciuto sicuramente l'approccio alla gara e cercare, nonostante la differenza tecnica, di collaborare e gestire il palleggio senza troppe giocate individuali. Quindi questa voglia di giocare insieme. Contro il Florentia mi è piaciuta la reazione alla stanchezza dopo le tante gare e alla botta dell'eliminazione in Champions. Quindi la loro voglia di tornare in campo ed essere competitive sicuramente mi è piaciuta molto".

Quali possono essere le insidie maggiori da parte della Fiorentina?

SALVAI: "Loro si sono rafforzate dall'anno scorso. Vedendo le partite precedenti si vede che sono una buona squadra e bisognerà avere massimo rispetto nei loro confronti. Non credo abbiano un punto di forza particolare, penso che la squadra, il gruppo, sia il loro punto di forza come il nostro. Quindi ce la giocheremo".

Ha già l'impressione che Fiorentina e Milan saranno vostre antagoniste come il Brescia?

GUARINO: "Come tasso tecnico sono sicuramente squadre che hanno allestito squadre di alto profilo. A differenza dell'anno scorso però trovo ci siano altre squadre che possono rubare punti e possono avvicinarsi a queste tre squadre, come Sassuolo e Roma. Sono squadre giovani, ma che hanno qualità"

Tante squadre stanno seguendo l'esempio della Juve. Sono entrate quest'anno altri club professionistici e l'attenzione sta aumentando

SALVAI "Ben venga che altre squadre abbiano seguito l'esempio della Juve. Quindi è uno stimolo, ma non credo cambi molto dall'anno scorso. Personalmente affronto la partita con la prima in classifica come con l'ultima".

Seguendoti su Instagram vedo che hai un fidanzato che è anche molto tifoso. Ti ha dato qualche consiglio?

SALVAI: "Lui è appassionato di calcio come me, quindi ne parliamo tanto e guardiamo tante partite. Sulle partite nostre però non ci piace parlarne, al massimo ne parliamo dopo. Di questa partita non abbiamo parlato, era contento per il risultato in Nazionale e basta quello".

Come avete preparato questa partita e cosa pensate che farà la differenza?

GUARINO: "Il tempo a disposizione per prepararla insieme a tutta la rosa non c'è stato, perché la ragazze sono rientrate mercoledì dagli impegni con la Nazionale, quindi soltanto ieri si sono aggregate. Nonostante questo la partita è stata preparata studiando i diversi modi con cui la Fiorentina ha affrontato le diverse squadre sia in campionato che in Champions. Credo che sarà una partita molto equilibrata e entrambe le squadre cercheranno di sfruttare una capacità offensiva importante, quindi sono due squadre a trazione anteriore che possono offrire occasioni durante la gara e possono dar modo di concedere, come succede quando due squadre cercano di attaccate. Naturalmente lasci poi qualche zona scoperta che può rappresentare una debolezza. Tutte e due la affronteremo in attacco".

L'anno scorso molte ragazze erano rimaste sorprese dall'accanimento quando c'è stata Fiorentina-Juventus, perché era la prima volta che si affrontavano a livello femminile. Sarà così anche stavolta? E come l'avete preparata psicologicamente?

GUARINO: "Noi cerchiamo di preparare le partite focalizzandoci sull'avversario e non sulla squadra che affrontiamo. Giocare con la Juventus rappresenta qualcosa di legato ai colori, ma noi la affrontiamo esattamente come un avversario che si frappone tra noi e un trofeo, È un avversario come un altro, non ne facciamo questione di colori o rivalità. È una sfida contro una squadra forte e rafforzata in cui saranno importanti l'attenzione per i dettagli. La Fiorentina è sicuramente una squadra pericolosa, ma è solo un avversario al di là dei colori che indossa".