LIVE TJ - ALLEGRI a DAZN: "Ora siamo quinti e davanti vanno molto bene, ma magari a fine stagione cambierà qualcosa. Morata? Non è successo nulla, ha fatto bella partita come tutta la squadra. Su Bentancur e Locatelli..."

05.12.2021 22:58 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
LIVE TJ - ALLEGRI a DAZN: "Ora siamo quinti e davanti vanno molto bene, ma magari a fine stagione cambierà qualcosa. Morata? Non è successo nulla, ha fatto bella partita come tutta la squadra. Su Bentancur e Locatelli..."
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Massimiliano Allegri commenta la vittoria sul Genoa ai microfoni di Dazn. Le sue parole:

Cosa è successo durante il cambio di Morata? Aveva già deciso di sostituirlo?
"No, non avevo deciso di sostituirlo, è che poi ha preso l'ammonizione, continuava, quindi in quel momento ho preferito toglierlo, non è successo assolutamente niente. Anzi, mi dispiace perchè comunque Alvaro ha fatto una bella partita tecnicamente, non era riuscito a fare gol, però stasera è stato bello vederlo giocare, come veder giocare tutta la squadra".

Si stava innervosendo subito per quelle palle gol che la Juventus non riusciva a concretizzare.
"Abbiamo voluto rafforzare la nostra posizione con percentuali occasioni fatte e sfruttate. Stasera abbiamo rinforzato la nostra posizione nella classifica della Serie A, che non è ottimale. Da lì bisogna per forza migliorare".

La squadra ha giocato bene perchè si sono mossi bene gli attaccanti. Me lo conferma? Un allenatore è più contento di fare 27 tiri in porta e fare solo due gol o di crearne due e farne uno?
"No, stasera contento, mi sono anche divertito nel vedere giocare la squadra, come è successo a Salerno, come era successo anche in altre partite, col Sassuolo stesso quando abbiamo perso. Però poi purtroppo contano i risultati. E' normale che a livello di percentuale realizzativa possiamo solo migliorare. Questo è un buon segnale".

Complimenti anche per la fase difensiva. Bentancur quanto può dare in più? Si completa tanto con Locatelli.
"Insieme a Locatelli fanno quantità e qualità, Manu sicuramente è più di qualità, Rodrigo  è più di quantità, però direi che è bravo a giocare nel corto, sta migliorando nel lungo, credo debba migliorare nella visione periferica del gioco, è abituato a giocare un po' troppo corto, e credo che un giocatore debba essere completo perchè soprattutto i centrocampisti devono essere bravi a giocare sia sul corto che sul lungo, anche perchè altrimenti le punte non le innescano mai. Stasera anche sbagliando come passaggio di misura, però sono stati bravi, soprattutto Rodrigo tre-quattro volte ha cercato di mettere in mvoimento Morata e Kean".

Oggi avevi tre Mancini alle spalle della prima punta. Hai creato tantissimo contro cinque difensori.
"Dybala sono le sue caratteristiche, tantissimi gol che ha fatto li ha tutti a rimorchio del cross, della palla indietro, con la prima punta che occupa l'area e lui arriva a rimorchio dietro. Sono le sue caratteristiche".

Bernardeschi dà una dinamica e un flusso diverso all'attacco della Juve in quella posizione. Lo abbiamo visto dappertutto.
"Soprattutto nella fase di costruzione i tre davanti, sotto Morata, hanno libertà di muoversi, magari Kulusevski è un po' più bloccato perchè in quella zona ci gioca abbastanza Paulo, Bernardeschi ha più raggio d'azione, quindi partendo da esterno e venendo dentro, poi attacca all'esterno, sta crescendo molto, ma credo siamo solamente all'inizio. Abbiamo fatto un altro passettino in avanti, ma stasera importante vincere e giocando con questa testa, giocando 90 minuti aggredendo la partita".

La Juve è una squadra da primi 4 posti?
"Noi in questo momento siamo quinti insieme alla Fiorentina, era importante vincere oggi. Quelle quattro davanti stanno andando molto bene, meritano le posizioni che hanno, poi magari a fine anno cambierà qualcosa, non lo so. Noi comunque abbiamo un obiettivo nostro che è quello di fare il massimo, di ottenere il massimo, perchè poi abbiamo da giocare gli ottavi di Champions, la Supercoppa, la Coppa Italia, quindi era importante oggi vincere e arrivare a 27 punti. Ora abbiamo trasferte diffcili come Venezia e Bologna, e chiuderemo col Cagliari. Quindi vedremo passo dopo passo cosa succede".