ESCLUSIVA TJ - Sergio Gori: "Pirlo mi pare un azzardo: sarebbe dovuto partire dall'Under 23. Juve non più imbattibile. Errore alla base non prendere altro attaccante da subito"

18.01.2021 16:30 di Luca Cavallero   Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Sergio Gori: "Pirlo mi pare un azzardo: sarebbe dovuto partire dall'Under 23. Juve non più imbattibile. Errore alla base non prendere altro attaccante da subito"
TuttoJuve.com

Riguardo al post Inter-Juventus, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Sergio Gori, ex attaccante tanto bianconero (1975-1977), quanto nerazzurro (1964-1966 e 1968-1969).

Un ko schiacciante. Qual è la sua chiave di lettura?

"Molto semplice: la Juve è questa. Mi chiedo come ci si facesse ad aspettare, questa stagione, una Juve dominante. La Juve si è rinnovata e lo ha fatto molto bene davanti. In difesa però i difetti sono evidenti. Non si può negarlo".

Nella sconfitta vi sono, a suo giudizio, responsabilità macroscopiche da parte di Pirlo?

"Sì, non è ancora pronto secondo me. Non sto dicendo che non lo diventerà, ma è stato un azzardo questa stagione: infatti io attribuisco - in questo senso - grandi colpe alla Juve".

Chiellini ha parlato, nel post-gara, di un ciclo che i bianconeri faranno di tutto per non far terminare: secondo Lei è un'ipotesi realistica?

"Pirlo non è ancora in grado di allenare la prima squadra: forse fosse partito dall'Under 23, come ci si aspettava all'inizio, sarebbe stato un percorso più logico. C' è stato un rinnovamento solo parziale: le falle sono evidenti, così come le difficoltà quando ci sono degli infortunati. Per nove anni la Juve è stata imbattibile: ormai non lo è più".

Per far perdurare il ciclo sopra citato è - a suo giudizio - necessario intervenire sul mercato?

"Con cosa però? Il mercato non ti offre giocatori forti, ora come ora. Difficile trovare dei giocatori dal mercato per poter provare a sopperire alle mancanze che ci sono. la Juve è diventata una squadra terrestre, con i suoi difetti. Non ci sono bacchette magiche a riguardo. C'è poi un errore più evidente degli altri".

Prego.

"Il non aver rinforzato l'attacco a inizio stagione: quello è proprio un errore alla base di tutto".

Si ringrazia Sergio Gori per la cortesia e la disponibilità dimostrate in occasione di questa intervista.