ESCLUSIVA TJ - Michele Cavion: "Cremona l'ultimo step, spero di poter rinnovare con la Juve. Vi descrivo l'amico Rugani. E sul mio arrivo in bianconero..."

29.09.2016 11:00 di Mirko Di Natale Twitter:   articolo letto 10278 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
ESCLUSIVA TJ - Michele Cavion: "Cremona l'ultimo step, spero di poter rinnovare con la Juve. Vi descrivo l'amico Rugani. E sul mio arrivo in bianconero..."

La Redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il giovane di proprietà Juventus ma in prestito alla Cremonese, Michele Cavion, per una chiacchierata sui suoi trascorsi bianconeri e non solo:

Buongiorno Michele, volevo cominciare a parlare della tua avventura in bianconero...

"Arrivai nel gennaio 2013 dopo otto anni trascorsi nel settore giovanile del Vicenza, dove qualche mese prima esordii con la prima squadra. Mi son trasferito subito a Torino e ho giocato con la Primavera per sei mesi, dove vincemmo la coppa Italia di categoria. Rispetto ai biancorossi, a Vinovo si respira tutta un'altra aria anche perchè ebbi la grande opportunità di allenarmi con i campioni".

Chi ti ha portato alla Juve?

"Fu una cosa totalmente inaspettata, fino al 30 gennaio non sapevo nulla dell'interesse della Juve. Il giorno dopo mi trasferii a Milano per firmare il contratto. E' la squadra top in Italia, una delle top a livello europeo"."

Hai tratto qualche insegnamento da questi grandi campioni con cui ti sei allenato?

"La mentalità. In ogni allenamento, tutto ruotava alla mentalità vincente di questa squadra finalizzata a vincere la partita che veniva preparata nel fine settimana. Questo ti stimola a fare sempre meglio per raggiungere, un giorno, quei livelli".

A chi ti ispiri?

"Non mi ispiro a nessun calciatore in particolare. Per non far torto a nessuno? Esatto (ride ndr). Mi ispiro a quelle persone che oltre ad essere grandi in campo lo sono anche fuori. Se dovessi portare degli esempi, cito Buffon, Marchisio, Nedved e Del Piero che sono ricordati per quanto affermavo prima".

In quella primavera giocasti con Rugani. Come era allora l'attuale calciatore della Juve?

"Daniele è un amico, già allora si intravedevano le sue qualità che adesso tutti conoscono. E' una persona ligia al dovere, ha avuto la possibilità di potersi mettere in mostra".

Sei in prestito a Cremona?

"Sì, esatto. Questo è l'ultimo anno di contratto che ho con la Juventus, spero di poter far bene per poter rinnovare".

Per chi non ha ancora avuto il piacere di conoscerti, descrivi le tue caratteristiche...

"Sono un centrocampista moderno che sa difendere ed attaccare. Come ruolo, assomiglio per caratteristiche a Claudio Marchisio poichè amo molto inserirmi. Sono molto duttile, all'evenienza ho provato a fare il mediano, il trequartista, l'esterno e anche il terzino".

Ora sei a Cremona dopo una serie di esperienze in Lega Pro. Come ti stai trovando?

"Mi trovo molto bene. Rispetto alle esperienze passate avute in questa categoria, ora sto trovando meno spazio in quanto è una squadra che punta a salire. Ci sono grandi giocatori, davanti ho persone che han giocato in Serie A e quindi pian piano mi ritaglierò il mio spazio con la maglia lombarda".

Quali sono gli obiettivi che ti sei prefissato con la Cremonese?

"Sono arrivato qui perchè voglio fare il mio ultimo step della mia maturazione in Lega Pro, perchè comunque in questi anni ho giocato tante partite con maglie di diverse squadre di medio livello. Sto avendo la fortuna di giocare qui in una squadra di grandissimo spessore; voglio tentare di sfruttare questo anno per crescere ancor di più affinchè riesca ad esser pronto per calcare palcoscenici più prestigiosi. In tanti si montano la testa, ma io voglio arrivare ad alti livelli rimanendo coi piedi per terra".

Si ringraziano l'addetto stampa dell'US Cremonese 1903, Stefano Allievi, e Michele Cavion per la gentilezza e la simpatia dimostrata in occasione di questa intervista.