DOVE CI COLLOCHIAMO? ALLEGRI RISPONDE E DIFENDE

14.09.2021 09:00 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
DOVE CI COLLOCHIAMO? ALLEGRI RISPONDE E DIFENDE
TuttoJuve.com
© foto di Insidefoto/Image Sport

Massimiliano Allegri sa benissimo che la sfida in terra svedere è più importante che mai. I tre passi falsi in campionato hanno scoperchiato il vaso di Pandora delle critiche e un passo falso anche in Champions sarebbe come mettere benzina sul fuoco.

L'allenatore lo sa benissimo ed inquadra al meglio la situazione: "siamo qui dopo un avvio di campionato disastroso e dobbiamo andare a vincere fuori casa per affrontare il girone nel migliore dei modi. In questo momento in campionato non siamo andati bene nonostante la squadra a tratti abbia fatto bene. Gli errori individuali in campionato sono capitati e sono stati tanti ma noi dobbiamo pensare a domani e poi sabato penseremo al campionato. Domani dovremo concedere poche palle inattive e giocare bene. Dobbiamo affrontare le partite con serenità perché comunque, con qualche punto in più in campionato avremmo visto le cose in modo diverso ma le prestazioni sarebbero state le stesse. Sabato abbiamo sbagliato troppo, anche nei passaggi. Sabato abbiamo giocato con un centrocampo che tra di loro forse non si conoscevano neanche, hanno fatto anche troppo bene. L'importante è creare i presupposti per vincere".

LA DIFESA DI ALLEGRI - Allegri difende la squadra, sia il centrocampo che il portiere Szczesny grande capro espiatorio del momento: "I giovani non sono più giovani. Io vado in pensione ma qualcuno tra un po' smette e bisogna darsi una sveglia. Nessuno si aspettava un avvio così, però il lavoro che era stato fatto e che continueremo a fare è un lavoro fatto bene. Nel calcio non posso immaginare che Szczesny, che fa dell‘affidabilità il suo punto di forza, commetta tre/quattro errori in tre partite, se me l'avessero detto gli avrei dato dei matti. Domani giocherà ancora lui perché ovviamente è un portiere di assoluto valore. Dobbiamo avere ancora più senso di responsabilità dobbiamo migliorare e crescere nelle piccole malizie e nella gestione di alcuni momenti della partita. Sabato quando a Szczesny è scappata la palla, c'è Rabiot vicino che sta fermo e se avesse continuato Politano non sarebbe arrivato sul pallone, Bernardeschi invece poteva non scoprire la palla e farsi fare fallo. Dettagli che fanno la differenza. Queste cose dobbiamo portarle dalla nostra parte. Dobbiamo avere ancora più senso di responsabilità dobbiamo migliorare e crescere nelle piccole malizie e nella gestione di alcuni momenti della partita. Sabato quando a Szczesny è scappata la palla, c'è Rabiot vicino che sta fermo e se avesse continuato Politano non sarebbe arrivato sul pallone, Bernardeschi invece poteva non scoprire la palla e farsi fare fallo. Dettagli che fanno la differenza. Queste cose dobbiamo portarle dalla nostra parte".

ALLEGRI RISPONDE -  il mister spiega anche gli obiettivi della Juventus: "La Juventus era considerata favorita perché in quei 5 anni abbiamo giocato due finali con altri grandi risultati e qualche sfortuna come la partita contro il Bayern Monaco. La Juventus, una delle prime volte in cui parlai col presidente, l'obiettivo è entrare nelle prime 8 poi quando ci arrivi, può succedere di tutto. Devi cercare di passare il turno per provare a giocarti le tue carte in Champions. Quest'anno non siamo tra le favorite ma non vuol dire che non abbiamo il desiderio di vincere queste sono due cose diverse".

Risposte semplici, concetti condivisibili, unità alla base di tutto. Le risponde di Allegri sono logiche, ma questa Juventus può e deve fare di più e stasera non può sbagliare.