C'E' DA LAVORARE NON ALTRO!

14.09.2021 06:45 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
C'E' DA LAVORARE NON ALTRO!
TuttoJuve.com
© foto di Insidefoto/Image Sport

La parola che sentiamo dire con più frequenza da parte di tutti è lavorare. Crescere, migliorare, sia sul campo che nella testa. La Juventus è partita molto male, ma ha margini di miglioramento a patto che tutti si mettano in testa che questa squadra solo se tutti danno il massimo sempre e comunque può vincere.

Non è la Juventus dei supercampioni dove bastava la giocata, qui tutti devono remare dalla stessa parte per ottenere l'obiettivo.

Lo stesso Leonardo Bonucci lo ricorda:"È evidente che ci sia un problema di continuità mentale sia di squadra che nei singoli. C'è da lavorare sul campo e nella testa. Abbiamo qualità per fare una grande stagione ma dobbiamo metterle in campo dal primo minuto fino all'ultimo e ci sono già state troppe situazioni negative.".

Bonucci ha ragione, si deve lavorare ma ripartire dall'umiltà:"C'è da lavorare e ritrovare l'umiltà delle stagioni vincenti. Solo col gruppo potremo ritrovare la strada che spetta alla Juventus. Questa non può essere la Juve vista fino a oggi, vogliamo guardare oltre, al futuro, con positività".

Bisogna sacrificarsi e farlo per ottenere le vittorie, come insegna la storia bianconera dove i calciatori sono prima uomini e lottatori che cercano la vittoria fino alla fine: "Bisogna sentirsi responsabili di quello che dobbiamo fare senza tirarsi indietro o cercare alibi nelle difficoltà. Quando indossi la maglia della Juve non puoi avere alibi il nostro obiettivo è la vittoria. Noi giocatori più esperti dobbiamo trasmetterlo agli altri ma anche i giovani devono capire che indossare la maglia della Juve non è come indossare altre maglie. In campo non ti devi mai tirare indietro e lo dimostra la storia della Juve, dove l'umiltà e lo spirito di sacrificio ha portato alla vittoria".

STARE UNITI -  In questo momento bisogna stare uniti e non puntare il dito contro nessuno, Bonucci lo sa benissimo: "Dopo Napoli ha parlato il mister e noi abbiamo pensato solo ad allenarci. Tek ha vissuto momenti di difficoltà ma lui pensa solo a lavorare e come ha detto in nazionale lui non pensa alla critiche e tutti dobbiamo fare questo. Dobbiamo stare concentrati e sereni perché questo momento passerà e dovremo essere bravi a farlo passare velocemente".

In questo momento non serve parlare molto, i concetti sono semplici, si deve parlare sul campo, ma soprattutto si deve vincere.