BERNARDESCHI intervistato da BOATTIN: "Sinistro potente? Una cosa naturale. Ho sempre in mente di saltare l'uomo e fare gol"

 di Camillo Demichelis Twitter:   articolo letto 14244 volte
© foto di Federico Gaetano
BERNARDESCHI intervistato da BOATTIN: "Sinistro potente? Una cosa naturale. Ho sempre in mente di saltare l'uomo e fare gol"

In un video pubblicato dalla Juventus su Twitter Lisa Boattin ha intervistato Federico Bernardeschi. Ecco l'intervista trascritta da TuttoJuve,com: 

Boattin: "Federico come fai a tirare così forte con il mancino?"

Bernardeschi: "Credo sia una cosa naturale". 

Boattin: "Cosa deve avere sempre in mente un giocatore di fascia?"

Bernardeschi: "Dipende da che giocatore di fascia è, io ho sempre in mente di saltare l'uomo e fare gol". 

Boattin: "Quando devi battere un calcio di rigore sai già dove tirarlo o vai a sensazione, magari cambiando idea durante la rincorsa?"

Bernardeschi: "Credo ci siano due tipi di calci di rigore: quelli in cui si guarda il portiere e quelli in cui si sceglie l'angolo prima della rincorsa. Io di solito guardo il portiere". 

Boattin: "Segui un metodo per concentrarti prima della partita". 

Bernardeschi: "Non ho un metodo particolare, però comincio a concentrarmi già qualche ora prima in modo da arrivare preparato". 

Boattin: "Come ti chiamano i compagni". 

Beranrdeschi: "Fede, Berna... dipende..."