"L'INTRUSO" - L’ABUSO DI TRIDENTE FA MALE, SARRI PERÒ SPIEGA...

27.01.2020 17:11 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
"L'INTRUSO" - L’ABUSO DI TRIDENTE FA MALE, SARRI PERÒ SPIEGA...

Maurizio Sarri esagera e finisce per abusare con il tridente, una cosa bella che tuttavia va ponderata. La Juventus era andata fuori giri con la Lazio e lo stesso è successo con il Napoli, con i bianconeri ko dopo l’uscita di Miralem Pjanic. Il Bosniaco era il punto di equilibrio che è venuto s mancare in una partita che la Juventus non dava l’impressione di poter perdere, ma che non aveva la forza di vincere. 

In ogni caso, Sarri si è fatto prendere la mano, ha cercato di sfruttare le doti dei tre calciatori più forti che ha, scelta teoricamente gusta, ma che non ha pagato. Lo stesso allenatore ha spiegato i motivi: “L'ho fatto perché mi sembrava giusto tentare questa soluzione. Poteva essere fatta oggi perché anche i centrocampisti, nelle ultime settimane, davano l'impressione di sostenere i tre davanti. Però quando sbagli la partita mentalmente, è difficile trovare critiche nei singoli. La squadra complessivamente non funzionava. Io ho visto dei movimenti difensivi in cui arrivavamo sempre tardi perchè realizzavamo sempre tardi. Mi sembrava un ritardo molto mentale, come se fossimo rallentati dal punto di vista delle reazioni. Quindi poi è difficile valutare un singolo giocatore o un reparto di fronte a questo tipo di atteggiamento della squadra. In realtà ci doveva andare Dybala su Demme, però... La scelta era dettata dal fatto che davano la sensazione di stare bene tutti e tre. A centrocampo sembrava in grado di poterli supportare dopo le ultime prestazioni, quindi era ancora un tentativo di proporli tutti e tre insieme per vedere di trovare degli equilibri tutti e tre insieme. Però io non penso che ci sia una responsabilità di singoli giocatori, io ho visto una squadra mentalmente blanda".

Alla fine, chiaramente la scelta non ha pagato, il centrocampo ha supportato poco l’attacco e la vera Juve l’abbiamo vista solo dopo il gol di Ronaldo con lo sforzo finale per cercare di andare a pareggiare, ma le idee erano comunque poche e confuse. 

Dispiace per Maurizio Sarri, ma ieri non azzeccato le decisioni, compresi i cambi che non hanno portato nessuno beneficio. Rabiot poco incisivo, Douglas Costa confusionario e Bernardeschi totalmente impalpabile.   

Al momento, la mano di Maurizio Sarri non si vede, ma questo sarebbe il meno, se non venissero a mancare alcune certezze, come la solidità difensiva. Da qui in avanti tutti si dovranno rendere conto che le partita come quella di Napoli e con la Lazio sono un pericoloso campanello d’allarme. Questa Juventus deve svegliarsi in fretta, le avversarie sono vicine e non ci si può fermare un attimo. 

L’abuso di tridente, oltretutto fa male, perché va bene in alcune situazioni, magari disperate, dall’inizio la rosa e la squadra non sembra creata per supportarlo e sopportarlo. 

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve