L'INTRUSO - ARTHUR, SEGNALI POSITIVI, MA PER DIVENTARE LEADER SERVE UNA COSA...

22.01.2021 15:57 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
L'INTRUSO - ARTHUR, SEGNALI POSITIVI, MA PER DIVENTARE LEADER SERVE UNA COSA...
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Segnali positivi da Reggio Emilia, la Juventus ritrova un pò di forza nel reparto mediano e soprattutto il centrocampo contro il Napoli non è stato il reparto meno efficace, dimostrando che ci può essere qualcosa di buono. 

Bentancur non ha fatto una prestazione straordinaria, ma positiva, McKennie è stato fondamentale negli inserimenti anche se ha commesso un errore grave che poteva penalizzare la vittoria finale.

Tuttavia, quello che ha impressionato di più nella finale contro il Napoli è stato Arthur, il brasiliano ha guidato bene il centrocampo della Vecchia Signora con una prestazione di sostanza e di qualità. Tanti palloni giocati da parte dell'ex centrocampista del Barcellona e la sensazione che sia sulla strada giusta per diventare un'opzione importante per la formazione di Andrea Pirlo.

NON ANCORA LEADER, MA TANTA TECNICA - Arthur non è ancora un leader, sicuramente deve migliorare in personalità e anche nell'inserimento e nel tiro, nelle ultime gare ha avuto occasioni ma le conclusioni hanno lasciato pesantemente a desiderare. La tecnica in ogni caso non gli manca e quando gioca il pallone sembra incollato al piede.

DOVE MIGLIORARE - L'ex calciatore del Barcellona però deve ancora migliorare su alcuni fattori, un pò più di intensità, ma nello stesso tempo, anche la capacità di verticalizzare con maggiore frequenza e allo stesso tempo l'abilità nel giocare non solo nello stretto ma anche nel lungo, in modo da sembrare meno conservativo. 

Insomma, i tifosi hanno notato come il gioco con Arthur sia più fluido, potrebbe o forse dovrebbe diventare un punto fisso nella formazione di Andrea Pirlo.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve