Cappellini: "Mi ispiro a Bonucci. Il lavoro in allenamento serve a migliorare. Zauli è un allenatore molto bravo"

20.11.2020 20:00 di Benedetta Demichelis   Vedi letture
Cappellini: "Mi ispiro a Bonucci. Il lavoro in allenamento serve a migliorare. Zauli è un allenatore molto bravo"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Riccardo Cappellini ha parlato ai microfoni di Jtv:

Che effetto fa sfidare la Pistoiese?

"Sicuramente sarà una bella partita. Un'emozione per me perché comunque è stato il primo anno nei professionisti. E cercheremo di puntare al nostro obiettivo che è quello di vincere la partita. Sicuramente io non sarò quello che tirerà indietro la gamba anche se sono miei amici. Però l'obiettivo vale molto di più".

Con l'Under 23 ti stati ritagliando uno  spazio importante sei contento del tuo impatto?

"Si. Sono contentoe soddisfatto però cerco sempre di dare il meglio di me, perché la fiducia che mi sta dando l'allenatore per me vale molto e cerco sempre di ripagarla in ogni modo. Oltre alla fiducia dell'allenatore ho quella dei compagni perché in allenamento si sente quanto siamo uniti come gruppo". 

Che rapporto hai creato con il mister e che squadra si è creata? 

"Mister Zauli è un allenatore molto bravo, dal punto di vista caratteriale cerca sempre di tirare fuori il meglio di noi in allenamento. Infatti, è molto esigente ma secondo me è giusto così. Cerca sempre di tirare fuori l'aspetto caratteriale da ognuno di noi. E si sente in campo estiamo andando bene, a parte i punti persi malamente".

Che differenza c'è ad affrontare il campionato con una prima squadra come la Pistoiese rispetto ad una seconda squadra con la Juventus Under 23?

"Sicuramente la differenza è molta. Comunque l'anno scorso ci siamo classificati molto bene per l'obiettivo che avevamo. Quest'anno comunque è molto difficile perché siamo una squadra giovane e cerchiamo sempre di portare a casa il risultato".

Quanto ti senti diverso dal Riccardo Cappellini che ha lasciato la Juventus Under 19?

"Sicuramente l'anno scorso stando fuori con gente che ha avuto esperienza anche in altre categorie. Si è fatta sentire questa cosa. Infatti, sono cresciuto molto a livello caratteriale e cerco però di migliorarmi sempre giorno dopo giorno".

Come è stato tornare alla Juve?

"Tornare alla Juve sicuramente è stato molto bello. Essere legato a questa famiglia è qualcosa che ti insegna la vita. Secondo me sono cresciuto fuori e sto cercando di riportare quello che ho imparato l'anno scorso. E cerco di trasmetterlo comunque ai compagni che arrivano dalla Primavera". 

Cosa consigli alcun ragazzo che dall'Under 19 si affaccia alla serie C?

"Sicuramente cambiano molte cose. Perché la Serie C è un campionato molto fisico e secondo me i ragazzi devono cercare di dare il massimo in allenamento. Ed è quello che qua stiamo facendo giorno dopo giorno e secondo me è una cosa importante". 

A quale modello ti ispiri e in cosa devi migliorare?

"Ho principalmente tre modelli a cui mi ispiro che sono Sergio Ramos, Chiellini e Bonucci. Cerco di ispirarmi a loro, soprattutto a Bonucci visto che secondo me abbiamo delle caratteristiche comuni. Cerco di guardare le partite con un altro occhio per cercare di ampliare i miei orizzonti. E anche questo secondo me è un allenamento molto importante da fare. Cose che devo migliorare: sono tutte se no avrei fatto un altro salto. Però cerco di migliorarmi allenamento dopo allenamento cercando di migliorare i miei punti deboli".