Undici metri - Juve ancora senza allenatore, ma non c'è alcun mistero. Società tranquilla e dalla prossima settima può decollare il mercato

08.06.2019 08:10 di Brian Liotti   Vedi letture
Undici metri - Juve ancora senza allenatore, ma non c'è alcun mistero. Società tranquilla e dalla prossima settima può decollare il mercato

Diciamocela tutta, un po’ fa strano notare come la Juve sia ancora senza allenatore al giorno 8 Giugno. Tutto il mondo “calcistico” si interroga su chi siederà sulla panchina della Juve. Non mi iscrivo alla giostra che va avanti da settimane  a questa sorta di “gara” tra chi è certo che l’allenatore della Juve sarà Sarri e quelli che vedono. Guardiola al timone. Si è scatenata una ridda di voci e nutro grande rispetto per il lavoro dei colleghi e per le loro fonti. La maggioranza dei giornalisti e della stampa vede Sarri ad un passo dalla panchina bianconera, altri scommettono su Guardiola. A parer mio, oggi affermare con certezza l’una o l’altra ipotesi oggi è pressoché impossibile. Dalla “casa Juve” non traspare nulla, una coltre di silenzio e una relativa tranquillità che stride con il trambusto e con l’attesa dei tifosi.
Una riflessione logica però la faccio e mi pare opportuna. Secondo voi, una società come la Juve, che ha fatto dell’organizzazione e della programmazione uno dei suoi vanti, avrebbe potuto mai decidere di separarsi da Allegri se non avesse avuto certezza di avere in mano il nuovo allenatore? Sarebbe assurdo pensare che la dirigenza potesse separarsi da Max senza sapere a chi affidare la panchina. Non è credibile (e consentitemi) un comportamento del genere non si addice ad una società del valore e della grandezza della Juve. Allora la vera domanda è un’altra: perché si attende tutto questo tempo per annunciare il nuovo allenatore?
E’ chiaro il motivo secondo me, si attendono gli sviluppi di determinate situazioni, non dimentichiamoci che i papabili (Sarri, Guardiola e lo stesso Pochettino) sono tutti allenatori sotto contratto e prima di annunciare un nome si deve risolvere la situazione contrattuale con i propri club. Qualcuno va oltre e ipotizza che la Juve stia aspettando la sentenza Uefa sul City. Gli inglesi potrebbero essere esclusi dalla prossima Champions e questa eventualità spalancherebbe le porte alla possibilità di vedere  Guardiola alla Juve (ma siamo sempre nel campo delle ipotesi). Insomma tutto è in divenire ma di certo non si andrà oltre la fine della settimana prossima anche perché i bianconeri dovranno impostare il mercato seguendo le indicazioni del nuovo mister. Quello che posso notare è la “relativa” tranquillità con cui la dirigenza, Agnelli, Paratici lo stesso Nedved stanno vivendo questi giorni. Una calma serafica e la sicurezza di chi sa già quello che accadrà e non si aspetta sorprese. Lo ripeto, oggi dire con certezza che sulla panchina della Juve siederà Sarri, Guardiola o chissà chi è impossibile.  Di certo la settimana prossima sarà decisiva e il nome del nuovo tecnico sboccherà anche il mercato. Le voci si rincorrono (De Ligt, Manolas, il ritorno di Benatia, Pogba, Milinkovic Savic, Zaniolo, Sensi, Mancini) ma tutto partirà dopo che la casella “mister” sarà occupata. Chi vivrà vedrà, Nedved è stato buon profeta. Attendiamo…. Ormai manca davvero poco.