Moby Dick - Douglas Costa, l'altro Ronaldo. Ha cambiato qualcosa ed è rinato. La Juve si aggrappa anche al brasiliano per tentare la scalata europea

Corrispondente Daily Mail, autore di 9 libri. Autore e conduttore programma #Alvolante per AntennaSud. Vincitore Overtime Festival della Comunicazione del giornalismo e del premio Campione Odg Puglia
05.02.2020 03:10 di Alvise Cagnazzo Twitter:    Vedi letture
Moby Dick - Douglas Costa, l'altro Ronaldo. Ha cambiato qualcosa ed è rinato. La Juve si aggrappa anche al brasiliano per tentare la scalata europea

Douglas Costa è l’ago della bilancia di qualsiasi schema tattico della Juventus. Non esiste alcuna analisi logica in grado spiegare l’importante degli strappi e dei cambi di passo del numero undici brasiliano. Per assurdo, il suo apporto qualitativo al club è paragonabile a quello di Cristiano Ronaldo. Nell’epoca dei giocatori tuttofare, Douglas Costa è il più grande interprete di un ruolo specifico, quello di ala, assai denigrato negli anni dalla nouvelle vague calcistica. 

Il brasiliano prende palla, punta e dribbla con la medesima facilità con la quale una lama penetra in un panetto di burro. È il calciatore più amato da Cristiano Ronaldo, Higuain e Dybala, è il giocatore più imprevedibile dell’organico a disposizione di Sarri. Da qui a maggio sarà fondamentale il suo apporto alla causa bianconera. 

Dai suoi dribbling dipenderanno le sorti europee di una squadra che necessita di qualità e assist, di corsa e possesso palla. Il desiderio di imporsi alla Juventus ha allontanato gli spettri di una possibile cessione in estate perché Douglas Costa è il giocatore che tutte le grandi squadre vorrebbero avere. La sua fragilità fisica sembra superata ed il giocatore è pronto a riprendere il proprio posto nel 4-3-3 di lippiana memoria.   

Il criterio conservativo impone di non forzare l’impiego del calciatore cresciuto calcisticamente nel Gremio, dosandone l’impiego nelle prime settimane post infortunio. Il brasiliano ha iniziato una preparazione fisica diversa, ha corretto ancora di più l’alimentazione e ha ascoltato con maggiore frequenza i consigli dei preparatori atletici dello staff di Sarri. I successi della stagione 2019/2020 passeranno dai suoi piedi...