LANTERNA VERDE - Per chi odia la Juventus è un momento di grande gioia ma non durerà…

01.12.2022 00:05 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    vedi letture
LANTERNA VERDE -  Per chi odia la Juventus è un momento di grande gioia ma non durerà…

“La Juve è più grande di ogni uomo che la potrà mai guidare”. Voglio cominciare dalle parole dell’ex presidente della Juventus Andrea Agnelli, uno che ha vinto nove titoli di Campione d’Italia (quelli non sono in discussione). Si fa molta fatica ad accedere ai social in questi tribolati giorni. L’intero popolo anti-bianconero sta festeggiando come non mai. Tutti vivono momenti di grande gioia. C’è chi è già certo che la Juventus sarà costretta a ripartire dalla Serie B, altri pensano che sparirà dalla faccia della terra. Vedere la rivale per eccellenza al tappeto sta rinvigorendo anche tifosi assopiti da decenni… Ovviamente, sono in pochi ad avere il senso della misura. L’idea di aspettare l’evolversi della situazione non piace a nessuno, meglio sparare sulla Vecchia Signora, ribadendo quanto sia recidiva nel compiere azioni deplorevoli. 

E il popolo bianconero? Diviso… Io faccio parte di quella percentuale di tifosi che ha una sola certezza, ovvero che la Juventus si rialzerà anche questa volta, a prescindere dall’esito delle indagini. Non ho l’ardire di giudicare quanto stia accadendo, so solamente che la Juventus è indistruttibile, semplicemente per un fatto: è la Juventus, il club più importante del calcio italiano (altro dato di fatto). 
Non so quando, non so in che modo ma sono certo che la Juventus tornerà ad essere un’eccellenza anche fuori dal campo. Ora tutti se lo sono dimenticati ma Agnelli, per un lungo periodo, è stato indicato come l’uomo più illuminato del calcio italiano. Se il brand Juventus è diventato così importante anche a livello internazionale, qualcosa di buono avrà pur fatto, no? Poi, certo, avrà commesso degli errori, magari anche gravi, ma contare solo gli autogol non mi pare oggettivo. Inoltre, come detto, sul campo la Juventus di Agnelli non ha fatto certo male, no? E, attenzione, sul campo meglio non dare per spacciato nessuno. Allegri non è sicuramente un tipo che si arrende alla prima difficoltà. Ha le spalle larghe, saprà gestire questo delicato momento societario con grande maestria. Non mi interrogo su chi arriverà in futuro e su cosa accadrà a chi ha lasciato il timone, quello che mi importa è segnarmi tutte le maldicenze che girano in questi giorni sulla Juventus per godere ancor di più quanto gli altri avranno finito di festeggiare inneggiando alle sventure della Juventus. Chiudo con un pensiero: siamo così certi che sia solo la Juventus in questo pasticcio? Se si dovesse riaprire la questione legata alle plusvalenze, mi par di ricordare come non ci fosse solo la Vecchia Signora di mezzo, o sbaglio? “La Juve è più grande di ogni uomo che la potrà mai guidare” e, aggiungo io… di ogni uomo che tenterà di distruggerla.