Juventus-Atalanta 2-2 - In due per il 7, Chiesa di personalità. Danilo e Iling Jr non sufficienti

10.03.2024 20:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
Juventus-Atalanta 2-2 - In due per il 7, Chiesa di personalità. Danilo e Iling Jr non sufficienti
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

SZCZESNY 6 - Incolpevole, come spesso gli accade, sui gol subiti, l'unico sussulto è quel tiro insidioso di Scamacca a cui si oppone molto bene.

GATTI 6 - Volenteroso, si sacrifica moltissimo e spesso va a posizionarsi in avanti per dare una mano ai suoi.

BREMER 6 - Lavora bene sugli attaccanti avversari, è sempre una sicurezza per tutto il reparto.

DANILO 5.5 - Prestazione ordinaria, ma sbaglia il tempo dell'uscita su Koopmeiners in occasione del secondo gol.

CAMBIASO 7 - Un po' in ombra ad inizio gara, inizia a salire in cattedra poco alla volta e la sua pericolosità è estesa anche all'interno dell'area di rigore avversaria in cui con un movimento da prima punta riesce a trovare il gol del pari.

Dall'82' WEAH sv

MCKENNIE 7 - Ha lavorato per esserci a tutti i costi e i suoi sforzi sono stati ampiamente ripagati. Ed è come se non si fosse mai fermato, anche se col Napoli la sua assenza è pesata eccome. Con i due assist (il primo è da trequartista puro) e la sua solita grinta aiuta i compagni a ribaltare momentaneamente il passivo. E' essenziale in questa squadra, come la canzone di Mengoni.

Dall'87' YILDIZ sv

LOCATELLI 6 - Sbaglia qualche verticalizzazione di troppo, ma nel complesso è un match ordinato il suo. Critica? Ha le doti e le qualità per alzare l'asticella a livello tecnico nelle sfide che contano.

MIRETTI 6 - Molto propositivo e nel vivo del gioco, si sente più responsabilizzato da ormai qualche partita anche se non riesce ad essere ancora incisivo in maniera concreta.

Dal 75' NICOLUSSI CAVIGLIA sv

ILING JR 5.5 - Appannato e mai lucido nella giocata, è sicuramente più leggero a livello mentale della sfida col Napoli e non riesce mai a saltare l'uomo e a creare superiorità numerica. Rimandato.

Dall'82' ALEX SANDRO

CHIESA 6.5 - Si carica sulle spalle i compagni nel momento del bisogno e, come nelle sue corde, inizia ad alzare i giri del motore. Paga l'imprecisione in fase offensiva, ma la prestazione c'è!!

MILIK 6.5 - Un po' spaesato nel primo tempo, dove cuce di più il gioco per i compagni, nella ripresa è letale a raccogliere l'assist di McKennie e a bucare Carnesecchi.

Dal 75' KEAN sv