ESCLUSIVA TJ - Margiotta su Zuelli: "Forte e promettente, può fare grandi cose. L'U23 sarebbe stata molto utile ai miei tempi. Kean? Meglio nei secondi tempi. E sulla Juve..."

18.10.2021 15:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Margiotta su Zuelli: "Forte e promettente, può fare grandi cose. L'U23 sarebbe stata molto utile ai miei tempi. Kean? Meglio nei secondi tempi. E sulla Juve..."
TuttoJuve.com
© foto di Marcello Casarotti/TuttoLegaPro.com

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex attaccante delle giovanili bianconere attualmente svincolato dopo il fallimento del Chievo Verona, Francesco Margiotta, per parlare approfonditamente del periodo della Juve e non solo:

Come stai trascorrendo questo periodo?

"Mi sto allenando da solo con dei preparatori privati, il mio obiettivo è quello di tenermi il più possibile in forma. La situazione vissuta nell'ultima esperienza è stata difficile, fino ad agosto non abbiamo saputo nulla. Ci potrebbe essere qualche soluzione, soprattutto all'estero, ma per il momento preferisco non dire niente".

Che cosa pensi della Juventus?

"Non è messa benissimo, ma sta trovando una sua quadratura. Speriamo riesca a trovarla anche in campo, perché non bastano solo i risultati".

Ha accusato il colpo della cessione di Ronaldo?

"No, secondo me no. E' vero che mancheranno parecchi gol, ma per me ci sono buone individualità che possono fare la differenza. Ci sono giocatori già affermati ed importanti come Dybala e Morata, più due giovani come Kean e Kaio Jorge che possono dire la loro".

In particolare, come lo vedi Kean? Che ne pensi delle sue qualità?

"Ha grande forza fisica, vedo che attacca bene gli spazi. Per me è da utilizzare nella ripresa, quando le difese avversarie sono più stanche. L'attacco titolare è formato da Dybala e Morata, anche se il primo è attualmente infortunato".

Abbiam parlato dell'attacco, e invece come vedi la difesa?

"E' il reparto più forte della squadra, il più compatto, che quando decide di non subire il gol non lo prende. Ho visto che questa è stata un po' la tattica delle ultime partite, sicuramente così ottieni i risultati ma dalla Juventus ti aspetti sempre un po' di più".

Credi ancora nel campionato?

"Dipenderà tutto dagli scontri diretti, perché è lì che puoi recuperare la maggior parte dei punti. Quest'anno c'è molto equilibrio, le squadre sono più forti e non ce ne è una che primeggia sulle altre. Io ne vedo bene tre: a parte la Juve, ci sono le due milanesi con l'Inter che ha la panchina lunga e il Milan che gioca molto bene. E in più c'è Ibra che non ha ancora recuperato del tutto".

Nelle due amichevoli che la Juve ha sostenuto durante la sosta, Allegri ha schierato dal primo minuto il giovane Zuelli. Lo conosci?

"Sì, abbiamo giocato insieme al Chievo. E' un ragazzo molto forte, promettente, dotato di ottima qualità. Può fare grandi cose, ma tutto dipenderà da lui. Per me può fare senz'altro bene anche se la C. Può giocare davanti alla difesa oppure può fare la mezz'ala, si distingue per forza e tiro".

L'U23 in effetti è un grosso aiuto per i giocatori che escono dalla Primavera. Lo poteva essere anche ai tuoi tempi?

"Penso proprio di sì, perché in Primavera non sei ancora totalmente pronto ad affrontare certe realtà. Le attrezzature non sono le stesse, il lavoro è differente, sicuramente ci sono più difficoltà. Alla Juve, anche se giochi in C, puoi fare meglio e mostrar prima le tue qualità".

Si ringrazia Francesco Margiotta per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.