ESCLUSIVA TJ - Il ds Iliev su Vlahović: "Difficile far bene spalle alla porta, ma la Juve non ha ancora visto il vero Dušan"

12.12.2022 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Il ds Iliev su Vlahović: "Difficile far bene spalle alla porta, ma la Juve non ha ancora visto il vero Dušan"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex ds del Partizan Belgrado, Ivica Iliev, per parlare approfonditamente di Dušan Vlahović e non solo:

Quale è il tuo giudizio su Dušan? Ti aspettavi una Coppa del Mondo da protagonista?

"Penso sia stato limitato molto da quell'infortunio, purtroppo non è arrivato al top della forma. Ma con la Svizzera l'ho visto bene, ha segnato un gol e fino all'ultimo ha cercato di aiutare i suoi compagni. La Serbia poi non è riuscita ad esprimere a pieno tutto il suo potenziale, i suoi giocatori migliori come Mitrović e Kostić non erano nelle migliori condizioni".

E nella Juve? Come lo stavi vedendo?

"Ha vissuto un periodo molto complicato, ha inciso poco e al di sotto delle aspettative. Sono rimasto molto sorpreso, perché reputo Dušan un campione, ma la Juventus sta giocando un calcio poco offensivo e per niente bello. Per un attaccante è difficile giocare in una squadra che crea poche occasioni da gol, poi spesso è sempre spalle alla porta. Per fare la differenza, c'è bisogno del pieno supporto dei suoi compagni".

Non è che ha pagato, implicitamente, il trasferimento da un club come la Fiorentina in cui c'è meno pressione?

"La Juventus è uno dei top club europei, c'è grande pressione e le critiche sono molto dure. Le aspettative, anche per quanto è stato pagato, sono davvero altissime, ma ricordiamoci che ha soltanto ventidue anni. E alla sua età, nemmeno CR7 era così continuo".

Ti aspetti un cambio di rotta in questa seconda parte di stagione?

"Assolutamente sì, anche perché la Juventus non ha ancora visto il vero Dušan. Ora dovrà tornare al top della forma, ritrovare fiducia e iniziare a segnare con continuità. Ha già dimostrato di poter segnare venti gol, non vedo perché non potrebbe riuscirci nuovamente. Aiuterà la Juve a raggiungere i traguardi stagionali".

Gli consigli di restare alla Juve, oppure di iniziare ad ascoltare le voci provenienti dalla Premier?

"E' normale sia ambito dai più grandi club, è uno dei migliori attaccanti in circolazione e lavora sodo per diventare il migliore. Lui si è conquistato a suon di gol l'opportunità di giocare nella Juventus, gli è sempre piaciuto il bianconero e non vedo il perché dovrebbe chiedere la cessione. Io lo vedo bene lì dove è ora, gli augurerò sempre il meglio".

Si ringrazia Ivica Iliev per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista