ESCLUSIVA TJ - Alla scoperta di Bremer, parla Figueiredo: "Farà la storia della Juve, vale tutti i soldi investiti. Così lo portai al Mineiro, sulla trattativa col Torino..."

26.07.2022 14:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Alla scoperta di Bremer, parla Figueiredo: "Farà la storia della Juve, vale tutti i soldi investiti. Così lo portai al Mineiro, sulla trattativa col Torino..."

"Bremer ha sempre avuto il potenziale per diventare un calciatore di alto livello. La Juventus è un grande club che rispecchia a pieno le sue ambizioni". Pensieri e parole di André Figueiredo, uno dei primi ad accorgersi delle potenzialità del neo difensore bianconero e artefice del suo acquisto all'Atletico Mineiro. La nostra redazione lo ha contattato, in esclusiva, per parlarne approfonditamente e non solo:

Farà la storia della Juventus? Che ne pensa?

"Sì. sarà in grado di fare la storia della Juventus, tra qualche anno lo ricorderemo al pari dei grandi difensori di questo club.. Si è già adattato splendidamente al calcio italiano, penso che il miglior difensore della scorsa Serie A non abbia bisogno di molte presentazioni. E' un difensore molto tecnico con grandi qualità fisiche".

Rispetto a quando giocava in ​​Brasile, come è migliorato Bremer in Italia?

"L'Italia è sempre stata un'ottima scuola per i difensori, con il lavoro e l'ambizione è riuscito sempre più a migliorare. A tal punto da essere ingaggiato da un top club come la Juventus". 

Domanda da direttore sportivo: spenderesti 50 milioni di euro per un giocatore come Bremer?

"Vale tutti quei soldi, fino all'ultimo centesimo. I dirigenti bianconeri sono convinti che l'investimento valga la pena, e questa è anche la mia convinzione".

Ci racconti come è arrivato Bremer all'Atlético Mineiro?

"E' stato molto semplice, l'ho notato in una partita che l'Atlético ha giocato contro la sua squadra. Fece davvero una gran partita, non sbagliò nulla. Così chiamai il suo agente e gli dissi senza girarci intorno che lo volevo al Mineiro. Poi la storia la conosciamo tutti (sorride ndr)".

Come nacque la trattativa con il Torino?

"Bremer, appena arrivato all'Atlético, iniziò a distinguersi nell'U20. Il passaggio in prima squadra fu del tutto naturale, anche lì cominciò a mettersi subito in mostra. C'era qualche squadra su di lui, ma i dirigenti del Torino furono bravi a fare l'offerta migliore".

Si ringrazia André Figueiredo per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.