Visnadi: "Allegri non dà il buon esempio arrivando a ritiro già iniziato"

06.07.2022 22:00 di Martino Cozzi   vedi letture
Visnadi: "Allegri non dà il buon esempio arrivando a ritiro già iniziato"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

In un editoriale su calciomercato.comGianni Visnadi ha fatto il punto della situazione sull'inizio della stagione della Juventus: "Piccola cattiveria quotidiana. Nessun dubbio come dicono i difensori d’ufficio in servizio permanente effettivo che Max Allegri abbia concordato con la Juventus il giorno in cui si sarebbe presentato al lavoro. Tanti dubbi invece se sia giusto che il capo, il riconosciuto leader di un gruppo "particolare" come una squadra di calcio – e non stiamo nemmeno a dire quello che guadagna più di tutti – debba arrivare in ufficio, cioè al campo, dopo i suoi giocatori.

Prima i fatti. La Juventus si è radunata lunedì. Convocati i convalescenti e chi non ha partecipato alle partite delle Nazionali in coda alla passata stagione. Più qualche giovane della Primavera. Allegri non c’era. Oggi si è presentato il suo vice Landucci, segno che qualcosa da fare già c’è, se qualcuno ne dubitasse. Max dovrebbe arrivare domenica, giorno in cui è fissato il raduno allargato anche ai Nazionali. Potrebbe però spuntare già prima, per dare il benvenuto a Pogba e Di Maria, presumibilmente a Torino fra venerdì e sabato.Prima i non Nazionali, da domenica il gruppo: giorno più giorno meno, tutte le squadre hanno fatto così. E ovunque gli allenatori sono andati in campo il primo giorno, da Pioli a Inzaghi e Mourinho, per non citarne che tre. Questione anche di stile, oltreché di consolidata abitudine. Possibile che nessuno abbia suggerito ad Allegri che sarebbe stato meglio presentarsi e presidiare il territorio fin dal primo giorno? La stagione dei club è finita un mese e mezzo fa, Max aveva davvero bisogno di questo ribattino di vacanza? Pare in montagna dopo un mese di mare?

Non sarà certo questa settimana in remoto, in presunto contatto costante con gli uomini mercato per capire cosa accade da De ligt in poi, a dettare l’andamento della stagione bianconera. Però a volte anche l’immagine ha la sua importanza, e starsene al fresco mentre a Torino c’è già chi suda e si allena, non dà proprio l’idea di una bella figura".