PARATICI A SKY: "Normale che i nuovi incontrino qualche difficoltà all'inizio. Pirlo sta migliorando, impara velocemente perchè è intelligente. Frappart? Abbattuta un'altra barriera, è molto brava"

02.12.2020 20:46 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
PARATICI A SKY: "Normale che i nuovi incontrino qualche difficoltà all'inizio. Pirlo sta migliorando, impara velocemente perchè è intelligente. Frappart? Abbattuta un'altra barriera, è molto brava"

Fabio Paratici è intervenuto ai microfoni di Sky. Tuttojuve.com riprende le sue parole:

Frappart, prima arbitro donna in Champions. Cosa ne pensa? Può aprire una strada?
"Intanto è stata abbattuta un'altra barriera, detto questo sappiamo che è molto brava, che è la cosa più importante e fondamentale".

Cosa intende Pirlo? La personalità e i giovani non vanno in contrasto di solito.
"Secondo me è un discorso più generale, poi lì in studio avete degli esperti massimi di Juventus, come Capello e Del Piero. Quando un calciatore arriva alla Juve, dopo aver fatto un tipo di percorso, cioè viene da delle squadre che non sono Real Madrid, Barcellona e via dicendo, logicamente arriva con tanto entusiasmo,  ma poi giocare in queste grandi squadre - non solo la Juve, ma ripeto, Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco - comporta un certo tipo di carico, dove i palloni non hanno la stessa pesantezza di quando giochi in altre squadre, dove hanno responsabilità minori, devono ottenere obiettivi diversi, quindi è normale che nel primo periodo ci sia qualche difficoltà. Credo che molti giocatori che poi si sono rivelati grandi campioni all'inizio abbiano avuto qualche difficoltà. Adesso siamo qui a dire che de Ligt è uno dei giovani difensori, se non il difensore tra i miglior al mondo, mentre per sei mesi l'anno scorso abbiamo detto 'cosa succede a de Ligt?' Questa è una normalità".

Le piace il modo di comunicare di Pirlo? Diretto, schietto.... non fa dribbling.
"Mi piace molto anche perchè lo conosco da tanto tempo, l'ho vissuto da calciatore e l'ho trovato anche migliorato. Sta migliorando sempre di più in questi mesi, nel senso che rispetto a quando è arrivato migliora velocemente, impara velocemente, perchè è una persona intelligente, oltre che di calcio è una persona intelligente".

(Capello ndr) Andrea ha fatto un master a Sky, per questo ha imparato a comunicare. Sono d'accordo con quello che hai detto. Alla Juventus i giovani hanno bisogno di mesi per capire dove giocano perchè è una maglia pesante, ci vuole tempo ed essere aiutato dagli altri compagni. Mi ricordo di Cabrini e Gentile, tutti hanno passato mesi di difficoltà. Io stesso  ho avuto delle difficoltà, tanto che l'Avvocato disse: "Capello sta pensando ancora a Roma".  Non tutti lo superano, ci vuole personalità e bravura.
"Chiaro, sono d'accordo. Io sono qui da 11 e trovi qualcuno che non lo supera. Però bisogna dare anche il tempo e avere fiducia. Tempo non sono due mesi, non sono sei mesi, bisogna credere in quello che si fa, in quello che si è visto, nei giocatori che si hanno, dargli opportunità e lavorare".

(domanda di Del Piero, ndr) La Juventus è un modo di vivere. Alla Juve c'è un senso di responsabilità più alto e fungono da esempio. La Juve credo voglia rispolverare questa gioventù, dando più spazioa  tutti.
"Sì, non potevi riassumere meglio quello che avevo in testa io. Come hai detto, la Juventus è un modo di vivere, io dico sempre che è una fortuna molto grande poter passare non solo attraverso  la Juventus, come stile di vita, ma anche in tanti altri grandi club, anche se non ho avuto la fortuna di vivere altri grandi club. Quest'anno abbiamo scelto questa strada e la perseguiamo con grande fiducia, con grande convinzione, siamo comunque all'inizio di un percorso e come tutti i percorsi hanno delle salite e delle discese e credo non si possano prendere scorciatoie. Bisogna fare le salite e poi arriverà anche la discesa".

IN AGGIORNAMENTO