Orlando a TMW Radio: "Rabiot notizia positiva in casa Juve, ma mancano Chiesa e Pogba"

06.10.2022 22:15 di Alessandra Stefanelli   vedi letture
Orlando a TMW Radio: "Rabiot notizia positiva in casa Juve, ma mancano Chiesa e Pogba"
TuttoJuve.com
© foto di Federico De Luca

Durante la trasmissione “Piazza Affari”, su TMW Radio, è intervenuto Massimo Orlando, allenatore ed ex calciatore, per commentare lo stato di forma di Juventus e Milan in vista dello scontro diretto di sabato.

Che ne pensa della prestazione della Juventus?
“Il girone resta complicato per le prime due partite che hanno fatto i bianconeri. Non è una Juve che è guarito del tutto ma che sembra un po 'cambiata. Il vero test è contro il Milan perché se il risultato è pieno si può rientrare nel giro sennò la vedo molto dura. La notizia positiva è Rabiot”.

Invece sul Milan che idea si è fatto?
“James ieri ha dimostrato di essere un grande giocatore. Quando si dice che Theo Hernandez è molto forte non lo si dice solo per la sua tecnica. Ieri avrebbe permesso ai rossoneri di essere più alti e di far stare più basso James. Continuo a pensare che il Kessie della situazione in queste partite manca troppo. La partita per me è stata perso sul ritmo. Il Milan insieme al Napoli sono le squadre che giocano in Serie A. Quando vai in Europa però vanno al doppio sia di tecnica che di ritmo”.

Quanto subisce le assenze la Juventus?
“La Juventus è in grande difficoltà perché manca di alcuni giocatori decisivi, come Chiesa e Pogba. Quando noi parliamo non bene dei bianconeri intendiamo dal punto di vista del gioco. Nelle ultime due ha fatto vedere cose migliori. Se la Juventus arriverà alla pausa con pochi punti dalla vetta se la giocherà fino alla fine”.

De Ketelaere non ha avuto un bel impatto con il nostro campionato?
"Io non lo boccerei. Non è semplice venire nel nostro campionato. Non sono tutti uguali poi i giovani. Il georgiano è entrato in maniera diversa nel nostro campionato. L’unica cosa che è vera è che potrebbe partecipare di più al pressing. Secondo me non sarebbe giusto alternarlo bisogna avere più pazienza”