Maradona e quell'intervista del 1992: "La Juve era il mio sogno, sarei stato il trascinatore della squadra, avrei vinto scudetti a ripetizione"

26.11.2020 11:20 di Giuseppe Giannone   Vedi letture
Maradona e quell'intervista del 1992: "La Juve era il mio sogno, sarei stato il trascinatore della squadra, avrei vinto scudetti a ripetizione"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

La morte di Diego Armando Maradona ha lasciato il mondo del calcio certamente più povero. Grande "rivale", anche da un punto di vista "ideologico", della Juventus, l'ex campionissimo argentino, nel lontano 1992, quando era in forza al Siviglia, aveva però rilasciato un'intervista nella quale aveva speso parole al miele per il club bianconero. Ecco uno stralcio dell'intervista in questione, ripresa oggi dal "Corierre di Torino": "La Juve era il mio grande sogno e sarei stato il giocatore che parla e urla in campo, che trascina i compagni e che manca dai tempi di Bettega e Tardelli, quando la Juventus vinceva tutto. A Torino avrei fatto collezione di scudetti, sarei ancora in una città dove puoi passeggiare tranquillamente in via Roma, senza essere molestato, come mi capitò quando stavo in Italia da pochi mesi e a Napoli non potevo uscire dall’albergo. La Juve è un club straordinario e di fronte all’Avvocato bisogna togliersi il cappello. È troppo forte, troppo distante da Berlusconi al Milan".