Di Marzio: "Il Napoli ha giocato in otto ma la Juve non mi ha convinto: non ha organizzazione e gioco"

08.04.2021 13:10 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
Di Marzio: "Il Napoli ha giocato in otto ma la Juve non mi ha convinto: non ha organizzazione e gioco"
TuttoJuve.com

Gianni di Marzio, Bruno Giordano, Andrea Bosco, Antonio Paganin, a commento nel post gara Juventus Napoli e Sassuolo inter

A commentare Huventus-Napoli e Inter-Sassuolo, nel post gara su TMW Radio è stato mister Gianni Di Marzio.

Mister che giudizio dà al pomeriggio di Serie A?
"Differenza di qualità tra Napoli e Juventus sul piano della qualità. Abbiamo visto un Conte con un grande margine di vantaggio a nove domeniche dalla fine, non credo possa suicidarsi, potrebbe festeggiarlo anche nelle giornate finali a Torino contro la Juventus. Sancite qualità, voglia, temperamento alla squadra che nel tempo ha cominciato a giocare bene".

Che Napoli hai visto?
"Nella prima ora ha giocato con due o tre uomini in meno: Lozano, Zielinski e Mertens sono giocatori che quando sentono l'importanza della gara e la responsabilità di poter essere determinanti vengono meno. Deve far riflettere per il futuro, servono giocatori di mentalità. Le partite si vincono con certi giocatori, guardate Dybala e Ronaldo. La Juve non mi è piaciuta, avrà vinto grazie a due giocatori".

Nel primo tempo però la Juve è stata convincente.
"Nel primo tempo ho visto Cuadrado e qualche strappo di Chiesa. Non ho visto idea di gioco, organizzazione, ho visto un Rabiot in difficoltà. Pirlo si è trovato in grande difficoltà per una leggerenza societaria, incontrare Allegri non mi è parsa una cosa originale".

Come leggi la corsa Champions?
"Apertissima. Il Milan se non dovesse vincere a Parma andrebbe in difficoltà. Tutto aperto, mancano tante gare, i punti sono quelli, la corsa per la Champions è apertissima, anche se la Juve oggi ha fatto grandi passi avanti. Per me anche la Lazio sta dentro".