Dalla Palma (Corsport): "Non è ancora la Juve di Sarri ma ha già fatto meglio di Allegri a Madrid e le palle inattive..."

19.09.2019 16:30 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Dalla Palma (Corsport): "Non è ancora la Juve di Sarri ma ha già fatto meglio di Allegri a Madrid e le palle inattive..."

"Non sarà ancora la Juve di Sarri e nemmeno la Juve di Ronaldo ma intanto è una Juve che ha già fatto meglio di Allegri, che il 20 febbraio scorso perse di brutto al Wanda dando la sensazione di essere fuori dai giochi prima di capovolgere quel 2-0 allo Stadium, il 12 marzo, proprio con una clamorosa tripletta di CR7", inizia così il pezzo di Alberto Della Parma che sul Corriere dello Sport analizza la prestazione bianconera: "Sarri invece è appena arrivato e la metà del suo tempo bianconero lo ha passato a letto con la polmonite. Se la premessa è il pareggio di Madrid ci sarà da divertirsi, perché ancora non si vede del tutto la mano del tecnico toscano, che ieri sera ha saputo correggersi anche dal punto di vista tattico facendo la scelta giusta: Cuadrado e non Bernardeschi sulla destra in una linea a quattro, praticamente a specchio con quella dei rivali. Sul 2-0 si è avuta la sensazione che la Juve (non più travestita da Bari bensì da Empoli) potesse conquistare un successo davvero importante, soprattutto dal punto di vista dell’autostima dopo il deludente pareggio di Firenze, invece l’Atletico ha riscovato all’improvviso le qualità con cui Simeone, nel corso degli anni, lo ha costruito: cuore, rabbia, coraggio. Sfruttando due calci piazzati gli spagnoli hanno recuperato prima con Savic e poi con Herrera, proprio nel finale: un campanello di allarme per Sarri, perché la Juve aveva subìto anche contro il Napoli due gol su palle inattive. Può accadere a settembre, non potrà accadere a Natale o in primavera, alla resa dei conti".