Corriere.it - Forti pressioni Juve sulla Lega. Finale Coppa Italia si dovrebbe giocare a San Siro. Ecco come si è arrivati al ribaltone...

29.02.2020 14:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Corriere.it - Forti pressioni Juve sulla Lega. Finale Coppa Italia si dovrebbe giocare a San Siro. Ecco come si è arrivati al ribaltone...

Il Corriere della Sera svela i retroscena relativi al rinvio del derby d'Italia e delle alte gare inizialmente in programma a porte chiuse. "(...) La Juve non voleva giocare a porte chiuse. Fortissime le pressioni del club bianconero sulla stessa Lega - scrivono Alessandro Bocci e Monica Colombo nell'edizione web del quotidiano, Corriere.it -. A quel punto anche il Milan ha preteso lo spostamento, quindi anche la sfida con il Genoa, domenica alle 12.30, è slittata. Surreale il destino di Udinese-Fiorentina. I viola da venerdì sono in Friuli in attesa della partita, che si sarebbe dovuta svolgere alla Dacia Arena sabato alle 18. La Fiorentina è furiosa. Ma su questa gara, ha pesato molto anche la diffida inviata alla Lega dal governatore del Friuli, Massimiliano Fedriga. Lui è stato chiaro: qui non si gioca. Così, tutte e cinque le partite a porte chiuse (ci sono anche Sassuolo-Brescia e Parma-Spal in programma domenica alle 15), sono state spostate al 13 maggio, il giorno della finale di Coppa Italia. Che dovrà trovare una nuova data e una nuova sede: si giocherà il 20 maggio, ma non a Roma visto che lo stadio Olimpico va messo a disposizione dell’Uefa per l’Europeo 2020 due giorni prima, il 18. Così questa volta la finale di Coppa Italia si potrebbe giocare a San Siro. Resta il senso di precarietà. Il calcio al tempo del coronavirus è prigioniero di se stesso e dei suoi molteplici interessi, soprattutto economici: la Juve non voleva perdere un incasso da oltre cinque milioni, senza contare che trasmettere partite a porte chiuse non fa contenti neppure i broadcaster nel momento in cui si avvicina la discussione per il rinnovo dei diritti televisivi per il triennio 2021-2024. E adesso il calendario è in bilico. Se l’Inter dovesse arrivare alla finale di Coppa Italia e in quella di Europa League, in programma il 27 maggio, non avrebbe più date libere per recuperare il match con la Sampdoria. Un assurdo. (...)"