Christillin a RBN: "Credevo restasse Allegri". E rivela un retroscena su Conte

17.05.2019 19:00 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Christillin a RBN: "Credevo restasse Allegri". E rivela un retroscena su Conte

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Avanti Madama’, è intervenuta Evelina Christillin: “Pensavo e speravo che restasse Allegri. Sinceramente non mi aspettavo questo addio. Forse le parole di Nedved in qualche modo avevano anticipato questo divorzio. Io spero che sia un divorzio consensuale e amichevole, anche se credo di sì. Credo che forse sia stata più una decisione di Allegri che della società. Qualche club dietro Allegri? Io credo che Allegri avesse delle aspettative, non tanto sulla sua condizione personale quanto piuttosto sul rinforzamento della squadra. Qualcuno sussurra che ci fosse una certa ala dello spogliatoio che non fosse più dietro al mister. Non c’è niente di peggio per un allenatore di perdere la fiducia del proprio spogliatoio. Effettivamente certi settori della squadra, soprattutto il centrocampo, qualche falla l’hanno fatta vedere. Anche la difesa va rinnovata. Che si debba cambiare qualcosa al di là della presenza di Allegri è evidente. Un allenatore che ha portato a casa trofei ogni anno non può diventare un incapace solo perché perde un quarto di finale. Bisognerebbe essere un po’ meno attratti dall’attimo. La società ha dimostrato nel tempo di avere solidità, professionalità e visione prospettica. Da tifosa dico che bisognerebbe essere un pochino più lungimiranti”.

Sul futuro: “Conte? Io lo rivorrei assolutamente alla Juventus. Siamo amici, abbiamo visto insieme Juventus-Torino, gli ho chiesto se sarebbe tornato e lui mi ha detto che per fare i matrimoni bisogna essere in due. Spero che lo stadio tributi ad Allegri quello che merita e anche di più”.