L'IMBOSCATA - Sarri rinfresca un brutto record, ma non fa mea culpa. Altro che black out, commessi i soliti errori. Teoria suggestiva, ma...

Andrea Bosco ha lavorato al “Guerin Sportivo“, alla “Gazzetta dello Sport“, al “Corriere d'Informazione”, ai Periodici Rizzoli, al “Giornale“, alla Rai e al Corriere della Sera.
10.07.2020 00:26 di Andrea Bosco   Vedi letture
L'IMBOSCATA - Sarri rinfresca un brutto record, ma non fa mea culpa. Altro che black out, commessi i soliti errori. Teoria suggestiva, ma...

Ci voleva Maurizio Sarri per rinfrescare un brutto record: 4 gol presi a San Siro da Milan. Una umiliazione che non accadeva da 31 anni.  

 Sarri? Non si è preso responsabilità. Ha  rivendicato per 60 minuti un “calcio di livello mondiale“. Ha preso posto sulla limousine del “black out“. 

 Dimenticando che al netto del risultato, in quattro diverse occasioni, Pioli, sul piano del gioco, l'ha “uccellato“ .  

 Sarri “legge“ male le gare. Male le gestisce. Non cambia mai di modulo. Avrei voluto vedere il giacchetto della tuta di Sarri a  pezzi calpestato (come accadeva alle giacche di Allegri), dopo il gol del pareggio. 

Il gioco di Sarri è una monotona pendola. E Sarri un uomo che comunica con un linguaggio superato. Finirà la stagione? La finirà: comunque vada. Ma anche dovesse finire in modo trionfale, non smetterò di pensare che Sarri alla Juve rappresenti un ossimoro. Si sono viste le gemme di Dybala e di Ronaldo: l'ultima di Rabiot (primo squillo in stagione). Cosa c'entra questo con il gioco di Sarri? Se proprio volete, battete le mani ad Higuain che in quell'azione porta via mezza difesa milanista per consentire a Rabiot di tirare. 

Immagino Sarri conosca il saggio di Lenin “Che fare?“. In quelle pagine Lenin ipotizzava che il proletariato per prendere coscienza si sé avrebbe dovuto apprendere (dal e del mondo borghese) soprattutto la “teoria“  . 

 La risposta spetta ad Andrea Agnelli. Comunque (non figurasse quel tomo nella biblioteca del presidente) Trockij considerava quei pensieri “la caricatura di Robespierre“. Li reputava pericolosi: forieri di una dittatura. Espulso dopo la morte di Lenin, dal partito, Trockij (esule in Messico)  venne assassinato per ordine di Stalin da un agente sovietico di origine spagnola: tale Ramon Mercader .

Per informazione: Jack Reynolds, allenatore dell'Ajax (sempre loro) dal 1915 al 25 inventò un calcio mai visto prima di allora. Fu chiamato: “calcio totale“ . Dettaglio: in dieci anni Reynolds con l'Ajax vinse otto campionati. La teoria è suggestiva. Ma se non cavalchi la pratica non vinci. “Zero tituli“, per dirla con don Josè