L'IMBOSCATA - Basta rinvii, decidete! Avanti nel segno dell'irregolarità. Perchè Pecoraro parla ora? Ecco dove trovare la risposta. Mercato Inter copia-incolla: è su quasi tutti gli obiettivi Juve: coincidenza? Nomi e situazioni

Andrea Bosco ha lavorato al “Guerin Sportivo“, alla “Gazzetta dello Sport“, al “Corriere d'Informazione”, ai Periodici Rizzoli, al “Giornale“, alla Rai e al Corriere della Sera.
08.05.2020 00:22 di Andrea Bosco   Vedi letture
L'IMBOSCATA - Basta rinvii, decidete! Avanti nel segno dell'irregolarità. Perchè Pecoraro parla ora? Ecco dove trovare la risposta. Mercato Inter copia-incolla: è su quasi tutti gli obiettivi Juve: coincidenza? Nomi e situazioni

La bella notizia è che Dybala e Sportiello (Atalanta) sono guariti e potranno, dopo adeguati controlli, riprendere ad allenarsi. La brutta notizia è che un giocatore del Torino ha presentato sintomi da Covid-19 e le sue condizioni sono in fase di accertamento. La pessima notizia è che ci sono altri sette giocatori, tre della Fiorentina (più tre persone dello staff ) e quattro della Sampdoria, contagiati. Asintomatici, erano a casa: i tamponi hanno rivelato il contagio. E ora? Quanti altri giocatori potrebbero essere nella medesima situazione? In ogni caso: fumata grigia per il protocollo sanitario. Altro rinvio.

Il calcio europeo sta per tornare in scena. Quello dei campionati “minori“ : Serbia, Ungheria , Finlandia, Isole Faroer, Corea , Turchia. Mancano (ancora) all'appello Inghilterra, Spagna e Portogallo. Ma sta per tornare la Germania.

Ho letto titoloni su frau Angela che ha dato parere favorevole alla ripresa della Bundesliga, il 16 maggio. Il fatto che la Germania abbia dato l'ok alla ripresa è un segnale positivo: per la Germania. Così come lo stop in Francia, Olanda, Belgio e Scozia, era stato un segnale negativo: per quei paesi. La Germania è imparagonabile all'Italia. La Germania ha avuto un numero inferiore di contagi e di morti. Ha un differente sistema sanitario. E il suo sistema calcio appare più solido di quello italico. Che la Germania abbia ripreso non significa debba farlo anche l'Italia.

Ma sarebbe auspicabile, a breve, che l'Italia lo facesse.

Se lo potrà fare, presumibilmente, potrà farlo l'intero paese. Il calcio è una grande azienda, con un grande fatturato, che stacca allo Stato, annualmente, una consistente cedola. Che consente anche ad altri sport di campare .

L'auspicio non può che essere questo. Ma il calcio dovrà farlo in sicurezza. Calcio e governo dovranno essere consapevoli dei rischi (possibili) da affrontare. Non esiste un vaccino. Quindi non esiste un “rischio zero“. Evitino calcio e governo di “decidere di non decidere” . Dichiarino prima cosa faranno in caso di contagio. La discriminante sul tavolo (isolamento dei contagiati, o in alternativa , nuovo stop delle attività ), non è di poco conto. Ma si decida: o si gioca (“a qualsiasi costo  come ha spiegato Gravina) o si stoppa tutto. Basta rinvii. Se si giocherà si eviti per favore di parlare di campionato “regolare“: è una menzogna. Faccia pure il Palazzo tutti i suoi giochetti (A, B, Lega Pro) su promozioni e retrocessioni: anche questo sarà nel segno dell'irregolarità. Come lo è stata ( giocare a porte aperte e contemporaneamente a porte chiuse ) fin dall'inizio la gestione di questa emergenza . Ma se si chiude la stagione, si cominci a pensare con raziocinio alla prossima. Gravina ne ha motivo.

Perché quanto detto dall'ex presidente federale Tavecchio, dovrebbe mettere i brividi. Cosa ha detto Tavecchio ?. Questo : a prescindere dal virus, se il calcio non produrrà le necessarie riforme, elevati sono i rischi di default . Lo ha spiegato Carlo Tavecchio: uno che le riforme aveva provato a realizzarle. Ma che i gattopardi del sistema, gli impedirono.

Ora: i bilanci delle società di calcio sono quasi tutti dissestati. I diritti tv non bastano più a tenerle a galla. E gli incubi per Gravina sono due: gli eventuali ricorsi al Tar. E la diligenza della serie A assaltata dagli apaches della serie B. Un torneo a 22 e magari a 24 squadre. “Torta“ dei tiritti tv sempre più esigua ( dovendo essere spartita con altri commensali) torneo senza fine in rotta di collisione con le Coppe Europee e le necessità della Nazionale.

Basta. Il designatore Rizzoli ha spiegato che “l'audio file“ cercato da Giuseppe Pecoraro “non esiste“ . Resta il fango che le parole dell'ex Procuratore Federale, hanno sollevato dalla strada fino alle maglie della Juventus. Perché Pecoraro ha esternato proprio adesso? Non ponetevi l'interrogativo: consultate gli archivi. E troverete la risposta.

Mentre i tifosi (juventini ed interisti) se le sono “date“ di santa ragione ricordando quel 5 maggio in cui Poborsky sembrava il sosia di Garrincha, all' Ovest niente di nuovo.

La Juve si è informata su Werner? Anche l'Inter. A Paratici non dispiacerebbe Locatelli? Lo gradirebbe anche Marotta. Tonali piace ad Agnelli? Piace anche a Zhang. Chiesa stuzzica il palato di Sarri? Anche la golosità di Conte. Raiola cercherà di favorire l'arrivo di Pogba alla Juve? Al massimo ne arriverà a Torino “mezzo“ . L'altra “metà“ andrà a Milano . Emerson Palmieri? Stessa solfa. E poi c'è Alaba: la Juve ho la cercato. Ma l'Inter è passata in “vantaggio“ . Infine De Bruyne : la Juve potrebbe pensarci. “Notiziona“ : l'Inter “ non c'è “. Per ora, su De Bruyne , l'Inter “non c'è“. Chiamatele, se volete, notizie.

Bernardeschi? Visto che il suo agente Bozzo ha confermato che “resterà a Torino” è evidente che Bozzo è un vero Pinocchio considerato che è rispuntata la vecchia “ pista” Zaniolo. La Roma vuole Bernardeschi . Ci aveva già provato con Cristante. Piace a mezzo mondo, Bernardeschi : ma non a Sarri . Come mai ? Dilemma non shakespeariano .

Evitando paradossi e scherzi, sogni e suggestioni, quello che so io è questo . La Juventus cederà alcuni giocatori. I nomi circolano da tempo e non sarò io a farli . Con altri, che controlla, farà cassa. La Juventus non prenderà Icardi. Non sarebbe propensa a investire su Chiesa. Difficilmente riporterà Pogba a Torino. E' tiepida su Milik, causa l'alta richiesta di De Laurentiis. Dovrà risolvere la “ grana “ Higuain. Né Jorginho, né Arthur, mi risulta, scaldino . Pianjc potrebbe finire sul mercato solo se arriverà Tonali. Grande ( e probabilmente unico ) obiettivo ( in un mercato che sarà di scambi ) di Paratici. Ci sono su Tonali altre squadre : anche l'Inter. E stavolta senza ironia . Ma a me risulta che la Juventus sia avanti. L'agente è Bozzo : il medesimo di Bernardeschi . Altre novità non ne ho . De Bruyne è una fake : da un paio di frasi del belga è stato costruito un castello di carta. La Juventus sarà vigile su Werner ( nel rapporto qualità prezzo ) e su Alaba ( che oltre che esterno sinistro, può giocare anche da centrale ) . Non significa diventeranno trattative. Significa che la Juventus sarà attenta . Mi piace l'idea dell'amico Pavan : Gosens, terzino dell'Atalanta . Non ho conferme sui due sbarbati brasiliani che la Juve starebbe monitorando, così come sul “ fenomeno “ del River che potrebbe entrare in un baratto ( simil Tevez- Bentancur ) se Higuain saluterà tra un paio di mesi . Sarà un mercato di scambi, di affitti e di spiccioli. Per una stagione, la fabbrica dei sogni farà sognare assai meno . Del resto spiegava Freud che “ il sogno è il tentato appagamento di un desiderio “. Freud è morto nel 1939 : il mercato del calcio già esisteva.