Sacchi a Tmw: "Sarri alla Juve? Scelta rivoluzionaria, è al livello di Guardiola e Pochettino"

17.06.2019 22:25 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Chiara Biondini
Sacchi a Tmw: "Sarri alla Juve? Scelta rivoluzionaria, è al livello di Guardiola e Pochettino"

A margine dell'evento durante il quale è stato presentato il libro sulla prima Champions League vinta dal Milan durante l'era Berlusconi nel 1989, la guida di quella squadra, Arrigo Sacchi si è fermato a parlare con la stampa. Ecco quanto raccolto dai microfoni di TuttoMercatoWeb.com:

Il ricordo più forte della prima Champions vinta col Milan? "L'aver giocato bene e i riconoscimenti ricevuti dopo. Dicono che ci sia una connessione fra la grandezza del sogno e i risultati: né io né i giocatori avremmo mai immaginato riconoscimenti questo tipo che devono essere un orgoglio per tutto il nostro movimento calcistico. Sono anche la dimostrazione che tutti un giorno possono sperare nella realizzazione di un sogno".

Giampaolo scelta giusta per il Milan? "Ci sono tante categorie di allenatori e Giampaolo fa parte di quella categoria di allenatori che hanno l'ambizione di essere degli strateghi, ovvero lo sceneggiatore e il regista di una squadra come il Milan".

Sarri nuovo tecnico della Juventus? "E' una scelta rivoluzionaria. Se la Juventus inizierà ad interpretare un calcio un po' più audace e avveniristico potrebbe aiutare molto lo sviluppo di tutto il movimento calcistico italiano. Sarri è a livello di Guardiola o Pochettino. Hanno la stessa visione del lavoro".

Guardiola e la Juve? "Non c'è mai stata la possibilità di un suo arrivo in bianconero. Quest'anno tenterà l'attacco alla Champions League con il suo City".

Totti e l'addio alla Roma? "Ha fatto bene".

Maldini pronto per essere il responsabile dell'area tecnica del Milan? "Assolutamente sì".