QUALIFICAZIONE SUDATA, FATICHE NON PREVISTE

13.01.2021 23:16 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
QUALIFICAZIONE SUDATA, FATICHE NON PREVISTE
TuttoJuve.com
© foto di Image Sport

Giocare ogni match come se fosse una finale, la Juventus non vuole abbandonare la Coppa Italia.

Pirlo sceglie una formazione con tante alternative, Buffon in porta Wesley, Dragusin, Chiellini e Demiral in difesa, Bentancur, Arthur, Bernardeschi e Portanova a centrocampo e Kulusevski e Morata in avanti. 

Lo svedese è ispiratissimo, Morata per Chiellini che serve lo svedese che fredda il portiere rossoblù. 

Bianconeri aggressivi che con lo svedese vanno vicini al raddoppio ma il portiere del Genoa ipnotizza il bianconero.La Juventus domina ed ha occasioni con Bernardeschi e Wesley ma è Morata a sfruttare un bell’assist di Kulusevski e raddoppiare. 

Il Genoa reagisce e sfrutta un errore di Wesley, Ghiglione arriva al cross dalla destra, Czyborra batte Buffon di testa.La Juventus cerca la terza reta e ci riesce con Arthur e Portanova ma entrambi sono in posizione irregolare. 

Il primo tempo con tantissime conclusioni effettuate ed una sola occasione concessa, ma letale.

Esce Bentancur ed entra Rabiot. Prima occasione della ripresa con Morata che impegna Paleari. Risponde Pjaca con una grande giocata ed una clamorosa traversa. Morata un po’ egoista spreca un bel contropiede e non serve Arthur. 

Il Genoa spinge e pareggia con Melegoni che controlla e con un tiro a girò batte Buffon. I bianconeri provano a reagire ma non creano molto compreso l’ingresso di Rafia per a Portanova e di Cristiano Ronaldo per Wesley.

Ai supplementari, subito Morata che impegna Paleari. Ancora Juventus con Rabiot e grande parata di Paleari.

La Juventus spinge ed è Rafia a portare avanti la squadra bianconera, abile nell’inserimento. Ancora distratta la Juventus con Arthur che salva sulla linea. 

Dalla parte opposta la Juventus spreca un grande contropiede e poi Paleari compie un miracolo. 

Nel finale rischi calcolati, la Juventus passa il turno, sicuramente quando si vince due a zero, non si deve finire con una qualificazione sudata ai supplementari, si potevano risparmiare più energie.