PIRLO NON CHIEDE ACQUISTI, MA...

24.01.2021 09:30 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
PIRLO NON CHIEDE ACQUISTI, MA...
TuttoJuve.com
© foto di Image Sport

Andrea Pirlo sa che la gara di oggi è importante, una vittoria potrebbe cancellare la sconfitta di Milano, almeno in parte e potrebbe riportare il Milan a meno sette e l'Inter a meno cinque che con una gara da recuperare sarebbero potenzialmente non lontanissimi, ma vincere non è scontato. 

La squadra sta bene, ha recuperato anche un elemento fondamentale come De Ligt, ed il morale dopo la superCoppa e' buono: "Ha portato grande entusiasmo perché vincere aiutata vincere. C'era grande euforia ed entusiasmo, in questi giorni ci siamo allenati bene e nonostante un po di stanchezza siamo riusciti ad allenarci con in testa i nostri obiettivi futuri e siamo pronti per il primo obiettivo che è la partita di domani contro il Bologna".

Pirlo è consapevole dei tanti alti e bassi in questa prima parte di stagione e lavora per evitare che succeda, a partire dalla gara di oggi. 

Oltre a De Ligt ci sono recuperi importanti: "Giorgio già nel riscaldamento col Napoli aveva accusato un dolorino alla schiena. Viene da un periodo lungo di inattività e non è semplice anche per lui, però si sente bene. Abbiamo recuperato quasi tutti, Chiesa e Frabotta stanno meglio, Demiral si è allenato con il gruppo e quindi sono a disposizione".

Pirlo è contento perché con la giusta voglia e questa concentrazione arrivano risultati positivi, ma si deve migliorare nell'approccio e nella gestione tecnica della partita.

PIRLO SODDISFATTO NON CHIEDE NULLA - Il tecnico bianconero non chiede nulla anche se forse la quarta punta servirebbe: "Sono soddisfatto della rosa che ho a disposizione, non ho bisogno di niente. Siamo tranquilli con i giocatori che abbiamo, purtroppo in questa prima parte di stagione abbiamo avuto molti problemi fisici".

Come abbiamo sempre detto, in difesa si vincono i campionato e Pirlo sembra essere d'accordo: "Bisogna sempre lavorare. È sempre più difficile non subire gol perché ci sono tante squadre che giocano un calcio offensivo e hanno voglia di sviluppare gioco. Magari si tende di più ad attaccare e meno a difendere e si vedono partite molto più aperte. La fase difensiva ti porta ad avere un certo equilibrio e se aver la miglior difesa spesso ti fa vincere i campionati".

La lotta scudetto è aperta e anche se Pirlo parla prima dello stop di Milan ed Inter sembra vederci lungo: "Ci sono 5-6 squadre ma al momento la squadra da battere è sicuramente il Milan perché è in testa alla classifica. Abbiamo tanti scontri diretti da qui ad aprile e vedremo fra qualche mese a che punto saremo". Oggi, però è fondamentale, con una vittoria la Juventus può rimettersi in pari rispetto alla settimana scorsa e dimostrare di esserci anche lei per lo scudetto.