Nessuna paura ma il Napoli per Allegri è sempre lì

14.03.2018 06:30 di Giulia Borletto  articolo letto 4661 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Nessuna paura ma il Napoli per Allegri è sempre lì

Se la Juventus dovesse rivincere il campionato, la Coppa Italia e magari arrivare anche in finale di Champions, questa volta vincendola, quale potrebbe essere il futuro di Allegri? Sempre sulla panchina della Juventus? Il sorpasso sul Napoli ha dato nuova energia all'ambiente e alla stessa squadra, che ora come non mai deve mettere in pratica quanto imparato dal proprio condottiero: bisogna aver sempre rispetto dell'avversario cosi da non incappare in partite scomode. "Con l'Atalanta dobbiamo giocare con lo stesso rispetto che abbiamo avuto con l'Udinese. Il Napoli è lì, c'è ancora lo scontro diretto. Dobbiamo pensare all'Atalanta, una squadra che fisicamente ci impegna molto. Ripeto: il Napoli non è tagliato fuori dallo scudetto", spiega in conferenza stampa. Oggi si torna allo Stadium e non per la Champions, bensì per recuperare la partita non giocata con la Dea causa neve. La squadra che Gasperini proporrà sarà decisamente diversa rispetto a quella che era prevista qualche settimana fa. Non c'è stata l'Europa League e non ci sarà un ritorno di semifinale di Coppa Italia, scenderanno quindi in campo i migliori. Come risponderà quindi la Juventus? "Devo valutare tra Higuain e Mandzukic, il Pipita ha preso una botta e vedremo. L'unico che dovrà fare un po' di straordinari è Douglas Costa. Alex Sandro è un pochino affaticato. L'unico che rientra è Buffon, gli altri li valuterò. Sabato abbiamo un'altra partita prima della sosta".