LIVE TJ - PIRLO A DAZN: "Gara iniziata con 20 minuti di ritardo, poi grande reazione di squadra. Kulusevski sta reagendo da campione. Martedì non possiamo sbagliare"

06.03.2021 23:06 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
LIVE TJ - PIRLO A DAZN: "Gara iniziata con 20 minuti di ritardo, poi grande reazione di squadra. Kulusevski sta reagendo da campione. Martedì non possiamo sbagliare"
© foto di www.imagephotoagency.it

Andrea Pirlo risponde alle domande dei colleghi di Dazn. Tuttojuve.com riprende le sue parole:

Subito il gol della Lazio, poi è venuta fuori la vostra grinta e la vostra cattiveria ed è venuta fuori una prestazione così, con questo risultato.
"Sì, siamo partiti male per un nostro errore in un retropassaggio, quindi abbiamo spalancato il gol alla Lazio. poi c'è stata una grande reazione, di squadra, nonostante le tante assenze abbiamo disputato un'ottima gara, Ma la cosa più importante è stata la reazione, non ci siamo abbattuti ma abbiamo iniziato ad alzare il ritmo e questa è la cosa più importante della partita".

E' stata una vittoria importante perchè le ha consentito anche di preparare la prossima partita? Mi riferisco alle rotazioni e ai minuti dati ai giocatori che rientravano.
"Non abbiamo pensato alla partita di martedì, avevamo i giocatori contati, anche chi ha giocato come Cuadrado veniva da un solo allenamento, lo stesso Arthur ha fatto una mezz'ora ieri, quindi noi c'eravamo preparati alla partita di stasera che per noi era una finale. Siamo stati bravi, abbiamo mostrato i denti. Anche chi ha giocato in posizioni non proprio sue, ha dimostrato grande abnegazione e grande professionalità".

Cosa ti porti dietro per la partita di martedì? Il testa a testa con Demiral alla fine è un bel segnale.
"Ci portiamo dietro un po' tutto, ma la cosa più importante erano i tre punti. Ho avuto grande disponibilità dai giocatori, da Danilo per giocare in mezzo al campo, da Bernardeschi che ha fatto molto bene da terzino sinistro, ma lo ha nelle sue corde perchè ha grande gamba, grande corsa, è sempre lucido quando ha la palla, quindi si merita tutti i complimenti perchè non era facile giocare una partita come questa, di questa importanza da terzino sinistro. Però la cosa che mi è piaciuta di più è stata la reazione di squadra, perchè non ci stavamo ad essere sotto in una partita così delicata e complicata, così quello è la cosa più importante che porto al di là dei tre punti".

Siete la squadra che nel secondo tempo subisce meno gol di tutti, avete subito solo 10 gol. E' sinonimo che avete bisogno di un po' per entrare in partita per un fatto di concentrazione? O che attaccate meglio e riuscite a difendervi meglio?
"Concentrazione... oggi abbiamo iniziato la partita con 20 minuti di ritardo, quindi abbiamo regalato i primi 20 minuti, ma era normale perchè molti giocatori erano di rientro, magari in posizioni diverse, quindi un po' di ambientamento era normale. Poi quando vai sotto è sempre difficile recuperare, soprattutto  quando giochi contro una squadra come la Lazio nella quale giocano insieme da tanti anni. Questa settimana non avevano giocato e quindi avevano avuto tutto il tempoper recuperare. Però abbiamo fatto la nostra partita, una partita importante, perchè era uno scontro importante per la classifica e quindi siamo contenti di quello che abbiamo fatto".

Con Morata in campo cambiano tanto le cose.
"Sì, purtroppo non l'abbiamo avuto nell'ultimo periodo a causa di alcuni problemi, prima fisici, poi anche di altro tipo. Adesso sta cercando di trovare la forma migliore però per noi è un giocatore fondamentale, lo abbiamo acquistato questa estate per le sue caratteristiche che sono diverse da tutti gli altri attaccanti. Adesso speriamo di averlo al 100% perchè può dare ancora molto di più". 

Lei è un grande campione...
"Lo sono stato... (ride, ndr)".

Kulusevski sta reagendo nella maniera giusta?
"Sta reagendo da campione, ma è normale quando arrivi a giocare nella Juventus a 20 anni, hai tante pressioni, non è la stessa cosa giocare nella Juventus o giocare nel Parma, qui ci sono diverse pressioni in più, ogni partita è diversa, ogni passaggio è importante, quindi lui sta dimostrando di essere un grande campione, ma lo sa, perchè sta diventando un campione nella testa ancora prima che nelle prestazioni e questo è solo a favore suo".

Hai tanti giovani che  non hanno la tua esperienza. Preparerai un discorso particolare per martedì?
"Fortunatamente ho ancora due giorni per prepararla, adesso mi devo riposare anch'io perchè sono più stanco di loro, però adesso sicuramente troveremo la forma per dare questa importanza a questa gara perchè per noi è fondamentale per il prosieguo della Champions, della nostra stagione, è un obiettivo talmente importante che non possiamo sbagliare la gara di martedì".

Forse non hai palleggiatori come Arthur.
"No, è l'unico con questo tipo di caratteristiche, è un giocatore che ci fa uscire bene il gioco, anche sotto pressione è sempre lucido, quindi la squadra poi trova sempre qualche aspetto positivo quando è in possesso. Ti dà grande ritmo, riesce a far girare bene gli altri giocatori e si trova sempre nella posizione giusta. Adesso speriamo che possa trovare un po' di condizione. Oggi ha giocato 20 minuti, speriamo di poterlo avere al massimo martedì".