LIVE TJ - ALLEGRI: "Dybala vuole esserci. Juventus inallenabile? Per me tutte le squadre sono allenabili"

19.11.2021 11:57 di Camillo Demichelis Twitter:    vedi letture
LIVE TJ - ALLEGRI: "Dybala vuole esserci. Juventus inallenabile? Per me tutte le squadre sono allenabili"

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia de5lla gara contro la Lazio. TuttoJuve.com seguirà l'evento in diretta:

Come ha ritrovato i giocatori? Che partita si aspetta?

"Domani si affrontano le due squadre che negli ultimi due anni si sono divisi i trofei. Una volta ha vinto il Milan, una volta il Napoli contro di noi. È una bella sfida tra due squadre che galleggiano in zona quarto posto. La partita dopo la sosta è sempre difficile e importante quindi dobbiamo riabituarci a giocare Ho visto solo i giocatori europei perché i sudamericani sono arrivati un po' in ritardo. Qualcuno ha recuperato e vediamo chi avrò a diposizione. Sulla formazione non so nulla e dopo capirò chi verrà a Roma".

Dybala verrà a Roma?

"Ieri non ha fatto allenamento. Oggi proverà a fare un allenamento dopo una settimana, lui vuole giocare. La voglia di mettersi a disposizione c'è poi vedremo. Anche se non ha problemi a livello strumentale il polpaccio è pericoloso".

La Lazio ha costruito la classifica in casa. Che tipo di partita deve fare la Juventus?

"Deve fare una partita dove dobbiamo essere bravi quando abbiamo la palla. La Lazio ha giocatori tecnici, Milinkovic Savic è un giocatore che oltre al fisico ha anche tecnica, Pedro è un giocatore di livello internazionale, Luis Alberto anche. Dietro si sono sistemati. Serve una buona partita tecnicamente e una buona difesa senza palla".

Momento decisivo della stagione?

"In questo momento non serve a niente parlare ma serve solo fare. Siamo indietro in classifica a quattro punti di distanza dal quarto posto. Le chiacchiere non servono a niente serve fare. Nel calcio serve solo fare i risultati. Dobbiamo migliorare nella fase offensiva e difensiva e poi in classifica che è la cosa che conta. Contro il Chelsea giocheremo una partita importante in uno stadio meraviglioso dove ci giochiamo il primo posto nel girone".

Questa squadra è allenabile?

"Maurizio Sarri qua ha vinto uno scudetto. Lui è un ottimo allenatore e ha fatto un buon lavoro qui. Sul fatto che non sia allenabile dovete chiederlo a lu. Per me ogni squadra è allenabile, dipende poi dai giocatori che hai se puoi farlo in un modo o in un altro. Queste non sono parole mie e non so cosa rispondere. Rispetto a due anni fa la squadra è cambiata e ci sono tanti giocatori diversi".

Si pensava che la Juventus potesse vincere giocando meglio. Sono passati due anni e adesso lei è tornato sulla panchina della Juventus...

"Io in generale mi riferisco agli scienziati del calcio. Il Calcio per me è un grande spettacolo, è arte fatta dai giocatori. Alla fine ci rimangono impresse le giocate dei calciatori. Un allenatore deve dare un'organizzazione, idee e deve mettere i giocatori nelle migliori condizioni per poter fare bene. Il calcio è bello perché è opinabile poi tutto si riduce come un imbuto. Si parla, parla e poi si riduce tutto alla vittoria o sconfitta. Tutte le chiacchiere, come dico sempre, se le porta via il vento. Potrei stare qui a parlarvi delle partite con l'Empoli e il Sassuolo poi però voi giustamente mi direste che ho perso. Il giudizio per ogni partita, soprattutto per li addetti ai lavori e ai media, quelli che giudicano è sempre rivolto al risultato. Guardate la Nazionale che ha fatto un ottimo Europeo. Prima dell'Europeo tutti i pontificatori intorno non davano un euro sulla vittoria della Nazionale. Ha vinto l'Europeo e adesso per un rigore sbagliato da un giocatore è stata massacrata per una settimana. Io credo che Mancini abbia fatto una grande lavoro. Ci vuole sempre equilibrio agli spareggi ci sono andate tante nazionali importanti. È difficile vincere a livello europeo. Ciò che conta è il risultato poi so che se dico queste cose vengo attaccato. Anche a me piace vedere le grandi giocate, ma conta il risultato. Ci sono tanti modi per vincere, tanti modi".

Come sta Kean? Rabiot può giocare?

"Kean ha lavorato bene ed è a disposizione per domani. Rabiot ha fatto buone prestazioni ed ha segnato in nazionale. Come sempre accade quando tornano dalle nazionali alcuni sono contenti e altri no. Adesso c'è il campionato e alle nazionali penseranno a marzo".

Domani può giocare Ramsey?

"Dovrò valutare perché ieri ha avuto un risentimento al flessore durante l'allenamento e dovrò valutare se portarlo a Roma".

Come procede il recupero di De Sciglio?

"Il recupero sta proseguendo bene, speriamo che dopo il Chelsea possa aggregarsi con la squadra. Se non ci sarà con l'Atalanta tornerà al massimo a Salerno".

Come sarà giocare senza Immobile. Cosa chiederà domani senza Chiesa?

"Gli chiederò di fare gol, che è la cosa che deve fare ogni attacante. Sarri ha costruito il suo Napoli senza centravanti spero lo faccia dalla prossima partita".

Come sta Arthur? Può partire titolare?

"Sono molto contento di Arthur perché si sta mettendo sempre a disposizione e sta lavorando con grande entusiasmo. Oggi valuterò le condizioni generali. È un giocatore pienamente recuperato".

​​​​​​Come si spiega la diversità di rendimento in nazionale di Ramsey e Rabiot? Come pensa di sostituire Bernardeschi?

"Rabiot prima del Covid aveva fatto bene e poi ha avuto bisogno di tempo per rientrare in condizione. Ramsey ha avuto dei problemi fisici alla Juve che l'hanno tenuto fuori poi è rientrato gli ultimi giorni ed è andato in Nazionale dove ha giocato. Bernardeschi non lo avremo per 15/20 giorni. Quest'anno stava facendo bene e speriamo che continui a fare così quando tornerà a disposizione".

Termina la conferenza stampa di Massimiliano Allegri