LIVE TJ - ALLEGRI a DAZN: "I ragazzi hanno fatto una bella gara. Corto muso contro Sarrismo? Quando lo capirete sarà troppo tardi. Credevo che la Lazio tenesse il 70-80% di possesso palla, invece...""

20.11.2021 20:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
LIVE TJ - ALLEGRI a DAZN: "I ragazzi hanno fatto una bella gara. Corto muso contro Sarrismo? Quando lo capirete sarà troppo tardi. Credevo che la Lazio tenesse il 70-80% di possesso palla, invece...""
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Massimiliano Allegri analizza la vittoria della Juventus sulla Lazio ai microfoni di Dazn. Ecco le sue parole:

Vittoria importante, gara interpretata bene. Poi si è acceso nel finale, perchè quando si sta per prendere gol lo sente. La squadra era un po' distratta nel finale.
"Distratta no. Intanto volevo dire che l'unico rigore che ho visto in vita mia è quando ho fatto tirare a Barzagli il rigore decisivo in Coppa Italia a San Siro".

Sapeva che avrebbe fatto gol...
"Sì, lì ero tranquillo (sorride, ndr). Direi che la squadra ha fatto una bella partita, non eravamo distratti, però abbiamo avuto troppe occasioni per poter fare gol e non le abbiamo sfruttate. Le caratteristiche dei giocatori comunque sono quelle, hanno grandi potenzialità, sono molto bravi nell'arrivare vicino all'area, ma dopo nella scelta decisiva siamo un pochino frettolosi e su quello bisogna migliorare. Poi ci sono state delle situazioni a due minuti dalla fine... abbiamo uno per terra che è moribondo, teniamo la palla e facciamo il colpo di tacco; Kulusevski deve andare sulla bandierina, invece tenta un dribbling. Comunque le partite fino alla fine le devi giocare, devi stare attento, perchè se prendi gol... a parte che prendere gol non è bello, ma poi un minuto dopo ti mettono la palla in area e succede un casino. Quindi questo non deve accadere, però questo fa parte della crescita, dell'esperienza e della gestione della partita".

Manca il centravanti che segna tanti gol. E' un po' il limite di questa squadra.
"Abbiamo fatto tanti tiri in porta stasera, abbiamo avuto tante occasioni, anche quelle sbagliate potenziali, e soprattutto la squadra non ha concesso credo neanche un'occasione, a parte il colpo di testa forse, che non era neanche un'occasione pulita. Però abbiamo fatto una partita contro un'ottima Lazio, abbiamo gestito molto bene la palla, c'è stato un momento in cui abbiamo perso tre-quattro palloni di troppo per scelte sbagliate, ma direi che la squadra ha fatto bene. Non era semplice, ma sappiamo che le squadre di Sarri sono molto brave nel palleggio, stasera lo abbiamo molto limitato, soprattutto abbiamo avuto pazienza nella costruzione dell'azione e soprattutto velocità quando dovevamo conquistarla".

Quando il teorico del corto muso sconfigge il teorico  del Sarrismo, per il teorico del corto muso è una soddisfazione particolare?
"Ma no, io mi diverto, quando lo capirete sarà troppo tardi. Io mi diverto, voi volete così, vi raccontole cose al contrario di quelle che penso, così almeno siete così tutti contenti, vi divertite e a me va bene. non è questione di corto muso, Sarrismo, a parte che giocava Juve-Lazio e non giocava Allegri contro Sarri, poi qual è l'allenatore a cui non piace giocare. Poi ci sono anche gli avversari, la forza degli avversari. Il calcio è anche strategia, c'è un momento dove devi tenere la palla, un momento in cui serve fare il contropiede, il momento in cui devi difendere, la partita non è scritta su un protocollo, quello che succede dal primo al novantesimo. Però cosa volete che vi dica, voi dite così e io vi accontento. Diciamo che siamo molto contenti, credevo che la Lazio tenesse il pallone per il 70-80%, invece siamo stati bravi ad avere il 46% di possesso palla, almeno lì siamo un pochino migliorati. Piano piano ci aggiusteremo con calma".

(domanda Barzagli, ndr) Oggi bellissima partita, bellissima Juve. Non avete mai sofferto la Lazio. Rabiot su Milinkovic l'avevi studiato per marcarlo a uomo quando si buttava? E anche la catena Pellegrini-De Ligt ha fatto veramente bene.
"Sono pienamente d'accordo, hai già detto tutto tu, su questo non avevo nessun dubbio. E' stato bravo Rabiot, è stato bravo Locatelli, Mckennie a metà campo ha lavorato tanto, Pellegrini in una partita difficile ha sbagliato qualche palla nel primo tempo, ma non giocando sempre, anche la conoscenza con i compagni è difficile, però direi che hanno fatto bene. Rabiot è un motore che quando parte, quando ha campo... avrebbe potuto giocare altri 90 minuti, soprattutto ha limitato tantissimo Milinkovic-Savic, sia lui che anche de Ligt, tutte le volte che si è buttato dentro Milinkovic, è stato molto bravo di testa. La differenza nelle partite è lo spirito con cui giochiamo, l'attenzione, cerchiamo di attaccare in undici, abbiamo preso dei contropiede perchè Cuadrado... certe volte eravamo in sei ad accompagnare il contropiede, non abbiamo concluso l'azione, abbiamo riperso palla e abbiamo difeso bene tre contro tre. Ecco perchè dico che le azioni vanno chiuse. Le azioni pericolose loro sono scaturite da nostri errori nell'area avversaria, quando eravamo in superiorità numerica. Questo bisogna migliorarlo, ma direi che i ragazzi hanno fatto veramente bene, mi sono veramente piaciuti anche nella gestione della palla. E' una squadra che piano piano è in crescita, i risultati aiutano a cementare le certezze, poi stasera addirittura si era partiti in un modo, poi è uscito Danilo e ho messo Kulusevski. Sembravamo più sbilanciati, invece la squadra ha fatto molto bene, quindi bravi i ragazzi".

Bene il centrocampo a tre. Tanto divertimento da parte sua nell'insegnare ai ragazzi a soffrire. Sono dei potenziali campioni che hanno bisogno di questo per diventare come quelli della Juventus di Barzagli.
"Hai perfettamente ragione, ma ci vuole un po' di tempo, in mezzo a questo tempo bisogna vincere delle partite, e soprattutto bisogna imparare in fretta, perchè comunque poi passa il tempo e bisogna imparare la gestione della palla; ci sono dei momenti in cui bisogna tenerla, dei momenti in cui bisogna soffrire e fare anche la fase difensiva anche per un minuto, due minuti, tre minuti, quello che è. Poi passato quel momento avremo noi la pallae creeremo noi. Però io non ho mai visto una grande squadra che ha vinto, dalla Juventus, al Milan, al Real, al Barcellona, vincere con sufficienza e con superficialità. Non l'ho mai vista. Una grande squadra per vincere deve avere grande rispetto degli avversari, qualunque tipo di partita sia, e quest'anno noi abbiamo lasciato tanti punti con le medio-piccole forse perchè non abbiamo messo quell'attenzione e quel rispetto che abbiamo messo nelle grandi partite".

I rigori di Ambrosini li guardava?
"Ambrosini per l'amor del cielo, non lo facevo tirare neanche in allenamento, quando tirava i rigori me ne andavo. Però era bravo a prenderli".

Nell'ultima azione stavi andando in sovrapposizione per seguirlo...
"Tu dove saresti andato con quella palla?".

(risponde Ambrosini, ndr) Avrei dribblato tutti e avrei fatto gol. Tornando seri stasera è arrivata la conferma che questa squadra si esprime bene quando deve difendersi e deve ripartire. Dybala come si può inserire in questo tipo di sistema?
"In questo momento non ce l'abbiamo, quando tornerà a disposizione, speriamo presto... poi abbiamo tante parte. Dybala è un giocatore che spesso gioca sul centro-destra, difficilmente si sposta lì a sinistra. Può giocare anche nei tre davanti, è normale che in quel caso ci vuole un mediano che gli dia un po' più di copertura. Ma è un giocatore che ha tecnica e ha anche forza nelle gambe, quindi non è assolutamente un problema. L'importante è che ritorni e che stia bene".

Kulusevski più cattivo e concentrato.
"Ha fatto una buona partita, non era semplice. Deve essere più decisivo in area. Ad inizio ripresa ha avuto due occasioni, serviva un po' di calma e quindi va fatta la scelta giusta".

IN AGGIORNAMENTO